Mr. Kennedy: "Ecco cosa mi disse Eddie Guerrero dopo il suo ultimo match in WWE"



by   |  LETTURE 7169

Mr. Kennedy: "Ecco cosa mi disse Eddie Guerrero dopo il suo ultimo match in WWE"

Il 13 novembre 2005 rimarrà per sempre una delle date più storiche e tristi nella storia del mondo del Wrestling (e non solo). Fu il giorno in cui Eddie Guerrero, leggenda del ring, si spense a soli 38 anni per via di un attacco cardiaco.

Il messicano sarebbe poi stato introdotto l'anno successivo nella WWE Hall of Fame. Date le circostanze, il suo ultimo match rimane a tutti gli effetti quello contro Mr. Kennedy in una puntata di SmackDown, trasmessa due giorni prima della sua morte (si trattava di una puntata registrata).

In quell'occasione Kennedy perse il match per squalifica dopo che Eddie era tornato a utilizzare le sue tattiche da "Latino Heat"

Mr. Kennedy e il rapporto con Eddie Guerrero in WWE

Intervistato di recente ai microfoni di NBC Sports, Kennedy ha voluto svelare il consiglio che il wrestler messicano gli diede dopo il loro match: "Sono felice di aver potuto condividere il ring con Eddie e purtroppo quello è stato il suo ultimo match in WWE.

Nessuno poteva immaginare quello che sarebbe accaduto. Ricordo che dopo il match mi diede un grande consiglio nel backstage, ovvero fermarmi e ascoltare di più il pubblico. E in effetti aveva ragione. Ho poi rivisto alcune parti dei miei incontri e notavo dei momenti in cui facevo tutto di fretta, senza prestare attenzione alla reazione dei fan.

Per me è stato un grande onore poter apprendere da lui". Ken Kennedy era uno degli atleti più over durante il periodo del boom del Wrestling in Italia. Dopo aver vinto la valigetta del Money in the Bank nel 2007 a WrestleMania avrebbe dovuto sconfiggere The Undertaker e diventare il campione dei pesi massimi.

Il suo infortunio mandò a monte i piani e al suo posto fu scelto Edge. Purtroppo i problemi di Kennedy con la WWE non finirono qui: fu sospeso dalla Compagnia dopo essere stato coinvolto in uno scandalo di steroidi, situazione che stoppò il suo push e la storyline del figlio illegittimo di Vince McMahon, e fu poi licenziato a maggio del 2009 dopo alcuni problemi con Randy Orton.

Venne infatti accusato di essere "unsfae" sul ring e quindi mandato a casa. Kennedy sarebbe poi approdato in TNA usando il nome Ken Anderson e vincendo il titolo mondiale.