Ex wrestler WWE e AEW rompe il silenzio dopo l’arresto per violenza domestica



by   |  LETTURE 1489

Ex wrestler WWE e AEW rompe il silenzio dopo l’arresto per violenza domestica

A fine maggio il wrestler Jake Atlas che aveva militato per un po’ a NXT e poi in AEW, era stato arrestato dalla polizia americana per violenza domestica, con l'atleta che aveva bevuto un po' troppo, diventando violento con il compagno durante una serata fuori al Big Daddy's Roadhouse. Gli abusi poi si erano spostati anche nel loro appartamento, costringendo appunto le autorità a mettergli le manette.

Atlas rompe finalmente il silenzio

Sui propri social media Jake Atlas ha rilasciato un lungo comunicato che recita:  "Voglio ringraziare quelli di voi che si prenderanno il tempo di leggere questa dichiarazione. Sto rilasciando delle scuse formali per i miei errori e per qualsiasi dolore, delusione e complicazione che potrei aver causato ai miei colleghi e ai miei fan. Per quanto sia incredibilmente difficile per me rivelare pubblicamente informazioni molto personali e private, è imperativo che ammetta il mio abuso di alcol e fornisca trasparenza sul deterioramento della mia salute mentale. Ho accettato che la mia ansia e depressione mi portassero a auto-medicarmi dannosamente per gli ultimi 7 anni. Inoltre, un sacco di trauma irrisolto è riemerso per me di recente, cosa che è stata fondamentale per lo sviluppo di alcune convinzioni di base estremamente negative e sono stato inadeguatamente in grado di gestire.

Un incidente si è verificato un paio di mesi fa del quali io non sono al 100% orgoglioso. Mi prendo la responsabilità completa e la responsabilità per la situazione e le mie azioni. Riconosco che lo stato di ebbrezza non giustifica il mio comportamento. Ho commesso un terribile errore. Ho ferito le persone che amo, ed è qualcosa di cui mi pento profondamente. L'unica chiarezza che desidero fornire specificamente su ciò che circola online è questa: la relazione non è abusiva in alcun modo o forma e questo evento non è certamente un riflesso del mio carattere. Si può leggere un report e scegliere di prendere le informazioni per quello che sono, ma per speculare, trarre conclusioni, e creare una narrazione che non ha alcun merito se non quello di aggiunge solo ulteriori danni a coloro che sono coinvolti. Questa era una situazione che già esisteva, e continua ad essere affrontata privatamente, quindi è con grande umiltà che chiedo il rispetto della privacy in futuro.

Vorrei condividere che ho completato con successo un programma ambulatoriale intensivo al LiveWell Behavioral Health in Florida. Mi sono auto-consegnato con una doppia diagnosi di abuso di sostanze e salute mentale. Il trattamento consisteva in 10 ore di terapia di gruppo e individualizzata ogni settimana per 5 settimane. Il passo successivo del programma è quello di partecipare a 1 sessione di gruppo a settimana per 3 settimane e continuare la terapia ambulatoriale individuale da allora in poi. Il mio tempo è stato a dir poco straordinario e mi ha cambiato la vita - un primo passo fenomenale nella mia guarigione.

Sono umano e questo mi rende imperfetto. Credo nelle seconde possibilità, credo nella redenzione, e, a mia volta, credo nella crescita personale. Esprimo la mia gratitudine a coloro che mi hanno raggiunto. Ho fatto progressi eccezionali e sono entusiasta per il mio futuro. Ho piena fiducia per un esito positivo di questo viaggio mentre continuo la mia sobrietà e il processo di guarigione con il sostegno dei miei amici, della mia famiglia e del mio partner."