The Undertaker: "Non ho sempre apprezzato Shawn Michaels a livello umano"



by   |  LETTURE 1653

The Undertaker: "Non ho sempre apprezzato Shawn Michaels a livello umano"

The Undertaker è forse la superstar più leggendaria di ogni epoca, avendo dato vita ad alcuni match che resteranno per sempre scolpiti nella memoria degli appassionati. Ospite di Matt Camp e Ryan Papolla nell’ultima edizione di ‘WWE The Bump’, il Deadman ha ricordato due degli incontri più celebri ed elettrizzanti di tutta la sua carriera.

Il riferimento è alle due battaglie contro Shawn Michaels andate in scena nelle edizioni 25 e 26 di WrestleMania. Pur avendo mandato i fan in visibilio grazie alle sue performance, HBK non è riuscito ad interrompere la mitica ‘Streak’ del Becchino allo ‘Showcase of the Immortals’.

Successivamente, il ‘Phenom’ ha battuto Triple H a WrestleMania 27 e 28 con Michaels come arbitro speciale. Taker è stato capace di aggiudicarsi tutte e quattro le battaglie, ostentando una tenuta fisica a dir poco eccezionale.

La sua carriera è terminata alle Survivor Series 2020, non prima di aver ricevuto un bellissimo omaggio da parte di amici e colleghi.

La confessione di The Undertaker

“Ad essere proprio sincero, credo che i due match contro Shawn Michaels a WrestleMania abbiano rasentato la perfezione” – ha confidato Undertaker.

“Voglio dire, la perfezione non esiste, ma io e Shawn abbiamo dato vita ad un qualcosa di pazzesco. C’era una magia nell’aria che non si può descrivere a parole” – ha aggiunto. Il Deadman non andava d’accordo con HBK agli inizi della sua carriera: “Tutto quello che dovevo fare era essere The Undertaker, perché sapevo che Shawn avrebbe fatto il suo dovere.

Per qualche strana ragione, abbiamo sempre avuto una chimica formidabile sul ring. Nell’arco della mia carriera, non sono sempre stato un estimatore di Michaels a livello umano. Non voglio mistificare la realtà. Tuttavia, non posso negare che fosse il miglior compagno con cui lavorare”.

Tornando al presente, il Becchino ha rivelato di non essere al 100% dal punto di vista fisico: “Entrambe le mie anche sono state parzialmente rimpiazzate. Adesso ho bisogno di un intervento al ginocchio destro. Ci sono tutta una serie di operazioni già pianificate, dovrò solo attendere la fine della stagione della caccia”.