Undertaker "Ecco qual è il più grande complimento che puoi ricevere in WWE"



by   |  LETTURE 1586

Undertaker "Ecco qual è il più grande complimento che puoi ricevere in WWE"

Uno dei nomi più imponenti ed importanti della storia della WWE, è sicuramente quello di The Undertaker, storico "becchino" della famiglia McMahon, che per ben 30 anni ha calcato i ring della compagnia di Stamford, portando in scena diversi personaggi, di cui il più famoso, importante ed amato dai fan del WWE Universe, è il Deadman.

Dopo ben tre lunghi decenni di carriera, il becchino dei McMahon ha deciso di appendere gli stivali al chiodo, proprio nello stesso ppv nella quale aveva esordito e quindi alle Survivor Series, con il 1990 che ha segnato il suo debutto ed il 2020 che ha segnato il suo ritiro definitivo dal wrestling lottato.

Nella sua ultima intervista, Undertaker ha voluto anche parlare di carriera in WWE in generale, con il Deadman che ha anche rivelato quale sia la più grande soddisfazione che si potrebbe avere sui ring della compagnia di Stamford, in tutta la carriera, ovvero il main event di Wrestlemania.

Undertaker e la gratificazione del main event di Wrestlemania

Nella sua ultima intervista rilasciata ai microfoni di Tobin McDuff, The Undertaker ha voluto parlare di tante cose inerenti alla sua lunga carriera in WWE, tra cui appunto anche Wrestlemania e la fierezza di averne fatto parte anche nella posizione del main event, con il Phenom che ha detto:

"Wrestlemania è l'equivalente della nostra industria del Super Bowl della NFL.

Tu lavori tutto l'anno spingendo per essere nella card di Wrestlemania. Quello è il tuo primo obbiettivo in WWE. Voglio essere nella card di Wrestlemania. Infine, penso che il più grande complimento che puoi ricevere sia quello di essere nel Main Event di Wrestlemania" .

Undertaker, che ha portato in scena una streak durata ben 21 anni sui ring di Wrestlemania, ha anche preso parte ad alcuni main event dello Showcase of the Immortals, quindi può parlare dall'alto della sua grandissima esperienza oltre che vita vissuta, con il suo ruolo che una volta terminato da attivo, potrebbe essere fondamentale per le nuove generazioni, se iniziasse a lavorare come trainer nel dietro le quinte della compagnia.