Ex star WWE su CM Punk: "Ho perso contro di lui, ma era la cosa giusta"



by   |  LETTURE 2267

Ex star WWE su CM Punk: "Ho perso contro di lui, ma era la cosa giusta"

Quando parliamo di CM Punk trattiamo di una delle più grandi superstar della storia del wrestling ed anche in questo caso della WWE. Lo Straight Edge ha 'scioccato' negli ultimi mesi gli appassionati con un clamoroso passaggio all'All Elite Wrestling, compagnia rivale della WWE.

Con lui e Daniel Bryan l'AEW sembra pronta a contrastare nel migliore dei modi la compagnia di Vince McMahon. Nel corso della sua carriera in WWE CM Punk ha ottenuto grandi successi, uno dei suoi più bei match arrivò il 23 Agosto 2008 quando riuscì a sconfiggere e mantenere il titolo al Madison Square Garden una leggenda della compagnia come John Bradshaw Layfield, meglio conosciuto come JBL.

JBL sulla sconfitta subita contro CM Punk

Intervenuto a Wrestling Stories con Brisco JBL è tornato su quell'incontro ed ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "Ho avuto la possibilità di esaltare CM Punk quando è arrivato per la prima volta in compagnia, ricordo lui, John Cena ed altri ragazzi ed io sapevo qual'era il mio ruolo e gli dissi: "Ti farò stare nel più alto ruolo possibile", eravamo al Madison Square Garden e dovevamo sfidarci cosi gli dissi': "Devi farti un nome qui al Garden, stasera farò il massimo per te ed alla fine sarai tu al centro.

Non ho deciso io cosa doveva accadere quella sera, ma sapevo cosa andava fatto" JBL ha avuto il suo ultimo match in carriera a Wrestlemania 25 quando fu sconfitto addirittura in soli 25 secondi contro Rey Mysterio. Quello fu il suo ultimo match in compagnia ed il giorno dopo lasciò definitivamente la federazione.

Negli ultimi giorni CM Punk è tornato a parlare, discutendo però di un altro argomento, ovvero del ritorno della moglie AJ Lee nel mondo del wrestling. AJ tornerà come commentatrice e produttrice esecutiva della Women of Wrestling ed a riguardo CM Punk ha dichiarato: "Sono emozionato per lei, sta facendo quello che vuole e userà la sua voce per fare qualcosa che forse pensava non avrebbe avuto più la possibilità di fare.

È un'occasione per aiutare la prossima generazione di wrestling femminile a crescere, sono contento per lei"