Seth Rollins: "Un litigio con Vince McMahon nel 2017 ha cambiato la mia carriera"



by   |  LETTURE 2005

Seth Rollins: "Un litigio con Vince McMahon nel 2017 ha cambiato la mia carriera"

Seth Rollins ha avuto una carriera meravigliosa in WWE, tanto da essere ormai uno dei wrestler più longevi all’interno della federazione di Stamford. L’ex campione WWE risulta essere l’undicesima superstar ad aver completato il Grand Slam, oltre ad essersi aggiudicato l’edizione 2014 del Money in the Bank (ha incassato la valigetta con successo a WrestleMania 31).

Indimenticabile anche il suo trionfo al Royal Rumble match nel 2019. Ospite nell’ultima edizione di ‘Broken Skull Sessions’, lo show condotto da Stone Cold Steve Austin, l’ex membro dello Shield ha raccontato di aver avuto un acceso confronto con Vince McMahon nel 2017, rivelatosi fondamentale per il prosieguo della sua avventura in WWE.

Dopo essere diventato un babyface nel 2016 e aver sconfitto Triple H a WrestleMania 33, Seth stava faticando sempre di più ad interagire con i fan. Il boss della federazione di Stamford ha messo in dubbio il ‘fuoco’ di Rollins in quel momento, suscitando la veemente reazione dell’atleta di Buffalo.

Seth Rollins e quel litigio con Vince McMahon

“Sono un tipo che ha sempre cercato di sfruttare al massimo ogni singola opportunità che avessi a disposizione. Ma doveva esserci quell’opportunità” – ha esordito Rollins.

“La WWE mi aveva messo in una situazione terribile e non stavo ottenendo le attenzioni e i riconoscimenti che una superstar del mio calibro avrebbe meritato. Ero a dir poco scontento in quella fase della mia carriera.

Ho chiesto a Vince McMahon di darmi una reale chance, l’ho pregato di fidarsi di me. Ogni dannata sera mi rompevo il c**o per lui, non meritavo un simile destino. Gliel’ho detto senza alcun timore. Contrariamente a ciò che tanta gente pensa, Vince McMahon ti rispetta se vede che tu ci tieni, che ti difendi, che non ti fai mettere i piedi in testa.

In quel preciso istante, Vince si è accorto che c’era il fuoco giusto dentro di me. Non mi interessava andare avanti per inerzia. Attualmente ho un buonissimo rapporto con lui, lo ammiro sia come persona che come uomo d’affari. Per arrivare ad avere tale relazione, siamo passati attraverso alcuni litigi” – ha aggiunto.