Kurt Angle: "Nel 2006 mi sono trovato ad un passo dal baratro"



by   |  LETTURE 4046

Kurt Angle: "Nel 2006 mi sono trovato ad un passo dal baratro"

Kurt Angle ha avuto una delle più grandi carriere nella storia del wrestling, ma non ha trascorso tutto il suo tempo in WWE. Nel 2006, l’ex medaglia d’oro olimpica ha lasciato la federazione di Vince McMahon fra lo sgomento generale.

Angle aveva appena fallito un ‘drug test’ ed era reduce da diversi infortuni che gli avevano impedito di esibirsi sul ring con regolarità. Il fenomeno di Mount Lebanon è l’unico wrestler della storia ad aver detenuto il WWE Championship, il titolo dei pesi massimi, il WCW World Heavyweight Championship, il TNA World Heavyweight Championship e l’IWGP Third Belt Championship.

Nel corso dell’ultima edizione del suo podcast, Kurt ha ripercorso il difficile momento vissuto nel 2006, quando il suo rapporto con il boss della WWE Vince McMahon aveva rischiato di incrinarsi in maniera definitiva.

Kurt Angle si è ritirato dal wrestling due anni fa

“Mi ha chiamato il dottor Black, che era un medico della WWE a quei tempi. Mi ha detto che avevo fallito un drug test. Io stavo prendendo degli antidolorifici in quel momento, ma avevo una regolare prescrizione per quelli.

Gli ho fatto presente questo aspetto, ma lui mi ha risposto che c’era stato un problema relativo alle tempistiche. In altre parole, avrei dovuto rinnovare quella prescrizione prima di quanto io non avessi fatto. Per questo motivo, ero sospeso.

Gli ho detto di andare a farsi f*****e ho riagganciato il telefono. Pochi minuti dopo, mi è arrivata la chiamata di Vince McMahon che mi ha rimproverato per il mio pessimo comportamento. Ho telefonato al dottor Black e mi sono scusato con lui, ma alla fine sono stato comunque sospeso per 30 giorni.

Vince mi ha consigliato di utilizzare quel mese per andare a casa e rilassarmi. Sapeva che ne avevo bisogno. Quando vieni sospeso, ti fanno lottare un altro paio di volte prima di essere spedito a casa. Ho lottato con Randy a Vengeance e poi con Rob Van Dam, altrimenti il pubblico si sarebbe insospettito.

Quello è stato di gran lunga il periodo più complicato di tutta la mia vita” – ha raccontato Angle.