Kurt Angle ammette: "Ho sempre detestato andare in tour con la WWE"



by   |  LETTURE 1273

Kurt Angle ammette: "Ho sempre detestato andare in tour con la WWE"

La WWE ama viaggiare in tutto il mondo e ospitare i suoi spettacoli in diversi Paesi. La federazione di Stamford ha organizzato numerose tournée europee nel corso della sua storia, oltre ad essersi recata spesso in Sudamerica per accrescere il valore del proprio marchio.

La pandemia globale ha naturalmente stravolto il business dell’intrattenimento sportivo, lasciando vuote le arene e impedendo gli spostamenti per circa un anno e mezzo. La situazione è in via di miglioramento da qualche mese a questa parte, ma è evidente come il ritorno alla normalità non sia ancora stato ultimato.

Kurt Angle non è mai stato un fan dei tour, dato che sottopongono gli atleti ad un notevole stress sia sul piano fisico che mentale. L’ex medaglia d’oro olimpica si è ritirata ufficialmente dal wrestling nel 2019, dopo aver perso il suo ultimo match contro Baron Corbin a WrestleMania 35.

Ha svolto poi un ruolo importante nel backstage, prima di essere licenziato nell’aprile 2020 a causa della crisi legata alla pandemia. Nell’ultima edizione del ‘Kurt Angle Show’, l’ex campione del mondo ha rivelato che i tour provocavano spesso infortuni alle superstar.

Kurt Angle si è ritirato nel 2019

“Non è per niente facile, anche se la gente non se ne rende conto. Devi cambiare fuso orario in continuazione, dormi pochissimo e tanto altro ancora. È davvero pesante viaggiare con una simile frequenza, senza dimenticare che gli show sono tutti vicinissimi fra loro.

Ai miei tempi era un’esperienza brutale. Devo ammettere con grande franchezza che è stato un periodo molto complicato della mia vita. Tutti quei viaggi causavano un’usura tremenda sul mio corpo e sulla mia mente” – ha raccontato Kurt Angle, riferendosi soprattutto ai vari tour della WWE in Messico.

“Se ne è valsa la pena? Beh, attirare 10.000 fan ogni sera è incredibile. Ma non credete che i soldi che guadagnavamo fossero così tanti. C’è una differenza enorme di valore tra i pesos messicani e i dollari americani, ecco perché non è stata una trasferta così vantaggiosa da quel punto di vista. Fa parte del lavoro di un wrestler WWE” – ha chiosato.