Goldberg: "Ecco cosa farei se mio figlio Gage volesse diventare un wrestler"



by   |  LETTURE 2351

Goldberg: "Ecco cosa farei se mio figlio Gage volesse diventare un wrestler"

Quello tra Goldberg e Bobby Lashley era senza dubbio uno dei match più attesi della card di SummerSlam, insieme al main event che vedeva contrapposti John Cena e Roman Reigns. Dopo la sconfitta rimediata da Bill per mano di ‘The All Mighty’, che ha dunque mantenuto il suo WWE Championship, abbiamo visto Gage – il figlio di Goldberg – salire sul ring e provare ad attaccare Lashley.

Quest’ultimo non si è fatto sorprendere e ha messo KO il ragazzo senza curarsi delle conseguenze di un simile gesto. Una volta accortosi dell’intervento del figlio, Goldberg ha promesso a Lashley che si vendicherà un giorno o l’altro.

Numerosi esperti ritengono probabile che assisteremo ad una rivincita fra questi due autentici colossi durante lo show in Arabia Saudita che si svolgerà ad ottobre. Intervistato da ‘La Previa de WWE’ qualche ora prima di SummerSlam, ‘The Icon’ ha spiegato quale sarebbe la sua reazione se Gage volesse seguire le orme del padre e intraprendere una carriera nel wrestling professionistico.

Goldberg parla di suo figlio Gage

“Non saprei davvero cosa rispondere, lo giuro” – ha ammesso Goldberg. “Non ho idea di cosa farei se dovesse presentarsi una situazione del genere. Il fatto è che io sono suo padre, il mio compito è supportarlo nelle sue scelte.

Se prende una decisione, noi genitori dobbiamo aiutarlo al 100% delle nostre possibilità. Non so quanto Gage sia interessato a diventare un wrestler, è un discorso che non abbiamo mai veramente affrontato. Nell’ipotesi in cui volesse perseguire questo obiettivo, sono sicuro che porterebbe avanti il mio nome in maniera dignitosa” – ha aggiunto.

Non poteva mancare un parallelismo con Dominik Mysterio, che ha esordito in WWE al fianco del padre Rey. “Sono due situazioni abbastanza diverse, poiché i Mysterio sono una famiglia di wrestler da generazioni. La mia stirpe è molto differente, io mi sono appassionato a questo business relativamente tardi e non era certamente il mio sogno da bambino.

Va detto che Gage è arrivato in prima linea molto prima di quanto non fosse successo a me. Sono orgoglioso di ciò che ha realizzato finora”.