Riddle omaggia Triple H: "Gli devo tutto"



by   |  LETTURE 992

Riddle omaggia Triple H: "Gli devo tutto"

Nel corso degli ultimi anni, Triple H ha deciso di allontanarsi gradualmente dal ring per dedicarsi al suo ruolo dirigenziale. Il 14 volte campione del mondo non ha mai annunciato il ritiro definitivo dal wrestling, ma le sue apparizioni sono ormai sporadiche anche a causa dell’età.

The Game è stato uno dei principali artefici dell’ascesa di NXT, avendo reso il marchio ‘Black and Gold’ una validissima alternativa agli show di Raw e SmackDown. La maggior parte delle star che militano attualmente nel main roster vantano un glorioso passato a NXT.

Fuoriclasse del calibro di Seth Rollins, Big E e Kevin Owens hanno iniziato il loro cammino nello show giallo prima di diventare famosi nel roster principale. In questa categoria rientra sicuramente anche Riddle, autore di un enorme salto di qualità negli ultimi mesi.

Matt ha trascorso quasi due anni a NXT prima di ricevere la chiamata nel main roster. L’ex Bellator Fighter è ora legato a Randy Orton in una delle storyline più curiose in onda su Raw. Durante una lunga intervista a Sony Sports India, Riddle ha esternato alcuni pensieri interessanti sul ruolo di Triple H.

Riddle rende omaggio a Triple H

“È come se fosse mio fratello. Tutti i wrestler di NXT sono davvero legati a Triple H, è impossibile non adorarlo. HHH ha una mente sopraffina per il business ed è merito suo se NXT è diventata ciò che è oggi.

Lui ha giocato un ruolo importante nel mio percorso di crescita, avendomi permesso di arrivare a WrestleMania, alla Royal Rumble e alle Survivor Series” – ha spiegato Riddle. Nel suo primo match a SmackDown, Matt ha sconfitto AJ Styles catturando immediatamente l’attenzione dei fan.

“Nonostante mi sia trasferito nel roster principale, amo ancora la natura competitiva che c’è a NXT. Molti restano affezionati allo stile di wrestling ‘sportivo’ che predomina a NXT, mentre nel roster principale è tutto basato sull’intrattenimento.

Allo stesso tempo, avevo sempre nutrito il desiderio di esordire nel main roster un giorno. Non posso davvero lamentarmi” – ha chiosato.