Ex arbitro WWE: "La verità è che John Laurinaitis non ha spina dorsale"



by   |  LETTURE 973

Ex arbitro WWE: "La verità è che John Laurinaitis non ha spina dorsale"

L’ex arbitro WWE Marty Elias ha lanciato alcune pesantissime accuse verso John Laurinaitis, che ha avuto un ruolo importante nella federazione di Stamford circa un decennio fa. Elias è ricordato soprattutto per aver arbitrato un match assolutamente iconico, vale a dire quello tra Shawn Michaels e The Undertaker andato in scena a WrestleMania 25.

Marty è stato poi rilasciato dalla compagnia nel 2009. Nel corso dell’ultima edizione dello show ‘Pancakes and Powerslams’ con il Dr. Chris Featherston, Elias ha ricordato di aver ricevuto una telefonata da Laurinaitis, che allora ricopriva il ruolo di ‘Head of Talent Relations’.

La direttiva di licenziarlo sarebbe arrivata da Kevin Dunn, ma Laurinaitis aveva l’autorità per impedire che ciò accadesse.

Elias spara a zero contro John Laurinaitis

“John Laurinaitis non ha spina dorsale, quello è il suo grande problema.

Dall’alto del suo ruolo, avrebbe potuto dire a Kevin Dunn che non era la mossa giusta da fare. Io avevo la sensazione che sarei stato sospeso senza paga o che mi sarebbe stata inflitta una multa di 5000 dollari, invece sono stato licenziato.

John gli avrebbe dovuto dire che si sarebbe occupato personalmente della mia situazione, così fanno i grandi manager. Posso dirlo con la coscienza pulita, visto che ho gestito altre persone per quasi tutta la mia vita.

Prima di entrare nel mondo del wrestling, sono stato responsabile di un magazzino e ho ricoperto tante altre posizioni. Ho coordinato team formati anche da 75 persone. So come gestire i dipendenti e come rapportarmi con loro.

La verità è che John non aveva personalità all’epoca, e credo che non ne abbia neppure adesso” – ha sentenziato Elias. La ragione ufficiale del suo rilascio furono i tagli al budget che erano necessari in quel frangente.

“Ho iniziato a sentirmi sempre più emarginato e le voci nel backstage si facevano più insistenti. Laurinaitis mi ha chiamato all’una e mezza per dirmelo, io stavo uscendo dalla palestra. Mi ha comunicato che ero stato licenziato a causa del budget. Poche ore dopo avrei dovuto prendere un aereo per recarmi ad uno show”.