Ric Flair: "Rhea Ripley ha un difetto che la rende meno credibile"



by   |  LETTURE 1896

Ric Flair: "Rhea Ripley ha un difetto che la rende meno credibile"

Ric Flair può essere tranquillamente annoverato fra i più grandi performer di tutti i tempi. Il suo contributo dentro e fuori dal ring è stato fondamentale per lo sviluppo di questo business anche al di fuori dei confini statunitensi.

Sebbene non combatta più da molto tempo, il 16 volte campione del mondo rimane al passo con le esigenze del prodotto attuale, grazie anche al forte coinvolgimento di sua figlia Charlotte nelle odierne trame. Quest’ultima ha recentemente preso parte ad una faida con la campionessa femminile di Raw Rhea Ripley.

Intervenuto nell’ultima edizione di ‘The Bump’, lo show organizzato dalla WWE, Ric ha espresso una serie di considerazioni interessanti sul personaggio di Ripley.

L'opinione di Ric Flair su Rhea Ripley

“Sono davvero un grandissimo estimatore di Rhea Ripley, la adoro, ma è semplicemente troppo graziosa.

È troppo carina per poter essere cattiva. Si tratta di un complimento, è veramente una brava ragazza. Per il momento non sa essere una heel credibile, ma imparerà col tempo. Stiamo parlando di una grande campionessa che si merita ogni riconoscimento possibile” – ha spiegato il ‘Nature Boy’.

“Se pensate al numero di superstar che sono transitate in WWE fino ad oggi, quante possono dire di essere state campionesse? Di che percentuale si tratta? Ricordiamo che Rhea ha battuto Asuka, che secondo me è una delle tre o quattro lottatrici più dotate tecnicamente di tutta la divisione femminile.

È stata una vittoria importante per lei e sono sicuro che ha alimentato la sua fiducia, che è un aspetto decisivo se si vuole avere successo in questo business. Ripley è al top della compagnia in questo momento, ma è troppo carina” – ha proseguito.

Flair ha poi rivelato il più grave errore della sua carriera: “Quando ho firmato per la prima volta con la WWE nel 1991, l’incantesimo è durato soltanto un anno e mezzo. Decisi di andare in WCW, ma alla fine risultò un tremendo passo falso.

Per fortuna mi hanno riportato indietro, devo ringraziare Triple H e tutti gli altri che mi hanno dimostrato il loro affetto”.