Tucker: "La WWE ha messo a rischio la nostra sicurezza quel giorno"



by   |  LETTURE 1448

Tucker: "La WWE ha messo a rischio la nostra sicurezza quel giorno"

Gli spettacoli di wrestling della WWE (e non solo) sono diventati molto più sicuri con il passare degli anni, per merito soprattutto dei progressi effettuati a livello di sicurezza e gestione della salute degli atleti.

Tuttavia, secondo il parere dell’ex superstar WWE Tucker, ci sono ancora delle zone d’ombra che possono generare dei pericoli per i ragazzi che si esibiscono sul ring. Quest’ultimo è stato vittima dell’ondata di rilasci che ha caratterizzato la federazione di Stamford negli ultimi mesi.

Pur essendo riusciti a continuare gli show, Vince McMahon e la sua dirigenza hanno dovuto fronteggiare l’enorme impatto della pandemia globale. Ospite dello show ‘OTR’, Tucker ha ricordato un incidente con protagonisti lui stesso e Otis.

Tucker racconta un aneddoto interessante

“Eravamo seduti al catering in pantaloncini corti e maglietta da basket, quando abbiamo ricevuto un messaggio da uno dei writer in cui ci diceva che avevano bisogno di noi in Gorilla.

Avevamo appena finito di mangiare. Siamo arrivati alla Gorilla e volevano che noi lottassimo proprio in quel momento in un dark match. Ho guardato Otis con una faccia perplessa, ma non avevamo altra scelta che prepararci in fretta e furia.

Abbiamo indossato la nostra attrezzatura quando il Team B era già entrato in scena. Ero molto arrabbiato, perché non si trattava di una cosa sicura. Il destino volle che qualcuno si fece male proprio in quella circostanza.

Non farò nomi, ma sono sicuro che le persone che stanno ascoltando questo show sanno di chi parlo” – ha detto. Nonostante il suo rilascio, Tucker ha speso belle parole per i suoi ex datori di lavoro: “Non siamo sempre andati d’accordo su tutto, ma li devo ringraziare per l’opportunità che mi è stata concessa.

Ho potuto badare alla mia famiglia, quindi gliene sarò per sempre grato. Non so esattamente cosa mi riserverà il futuro, ma spero di poter utilizzare le abilità che ho sviluppato mentre ero in WWE e applicarle in un altro contesto”. Insieme a lui, erano stati licenziati anche Kalisto, Mojo Rawley, Bo Dallas e Wesley Blake.