D-Von Dudley controcorrente: "Io non sarei stato all'altezza delle superstar di oggi"



by   |  LETTURE 956

D-Von Dudley controcorrente: "Io non sarei stato all'altezza delle superstar di oggi"

D-Von Dudley è uno degli individui più apprezzati nel mondo del wrestling professionistico grazie alle sue abilità non comuni. Il 10 volte campione tag team lavora attualmente con producer nel backstage della WWE e ha contribuito all’ascesa di tante giovani superstar negli ultimi anni.

Essendo stato una leggenda di questo business, non si può negare che l’opinione di Dudley sulle faccende riguardanti questo settore abbia un significato particolare. Inoltre, il fatto di essere così vicino alle superstar rende il suo giudizio sul prodotto ancora più prezioso.

Intervenuto nell’ultima edizione di ‘The Bump’, lo show organizzato dalla stessa WWE, D-Von si è soffermato sull’imminente pay-per-view Money in the Bank ed è tornato a parlare anche di Hell in a Cell.

Dudley: "Sono felice di non essere più nel wrestling"

“Per quanto riguarda Money in the Bank, devo ammettere che sono davvero impaziente di assistere allo spettacolo. Ogni volta che i wrestler di nuova generazione si esibiscono negli incontri a Money in the Bank, ti rendi conto di quante cose innovative siano state aggiunte rispetto al passato.

Per certi versi, sono felice di non essere più nel wrestling. Non credo che sarei stato in grado di reggere i ritmi che caratterizzano i match odierni” – ha analizzato D-Von Dudley. Una delle sfide di cartello dell’evento sarà quella che mette di fronte Kevin Owens e Sami Zayn.

Quest’ultimo è entrato in una spirale negativa nel recente periodo. Nonostante le sue teorie siano state smentite più volte, ‘The Great Liberator’ continua a credere che ci sia una cospirazione per danneggiarlo in WWE.

“Zayn pensa che non sia mai colpa sua, c’è sempre qualcun altro che è causa delle sue sfortune. Voglio soltanto dirgli che Kevin non si fermerà davanti a nulla. Anch’io sono stato sul ring con Owens e conosco bene la sua determinazione.

Farà tutto il necessario per avere la meglio sul suo avversario, ecco perché credo che Sami abbia i giorni contati. Farebbe meglio a guardarsi le spalle” – ha ammonito Dudley.