Eric Bischoff, l'improvviso annuncio: "Non tornerò mai più nel wrestling"



by   |  LETTURE 1127

Eric Bischoff, l'improvviso annuncio: "Non tornerò mai più nel wrestling"

Un annuncio improvviso e apparentemente definitivo, anche se nel wrestling non si possa "mai dire mai" per definizione. Eric Bischoff sembra però convinto del fatto suo, e in un'intervista concessa a Joey Karni per il 'The Angle Podcast' ha dichiarato di non avere intenzione di ricoprire mai più alcun ruolo nella disciplina. Rendendo il suo addio al wrestling immediato e totale.

Durante il podcast Bischoff, ha infatti rivelato che per la prima volta nella sua lunghissima carriera nel business non ha più alcun interesse a tornare a ricoprire una posizione a tempo pieno con alcuna promozione di wrestling. E proprio questa nuova sensazione potrebbe aver influito sulla sua breve e fallimentare parentesi come direttore esecutivo di WWE Friday Night SmackDown. Bischoff ha detto che è tempo di abbandonare l'industria, sia mentalmente che emotivamente.

"È difficile da descrivere", ha ammesso Bischoff provando a spiegare la sua decisione. "Ci ho pensato molto ultimamente. È decisamente interessante, perché penso di essere arrivato a una riflessione nuova negli ultimi sei mesi della mia vita, o forse un anno intero, forse anche un po' di più. Sta di fatto che ho finalmente detto a me stesso che mi sono messo alle spalle questa lunga fase della mia vita".

Perché Eric Bischoff non crede che lavorerà più nel wrestling

Quindi Bischoff ha dichiarato al suo intervistatore di essere giunto di recente a questa decisione, di cui addirittura non aveva ancora parlato con nessuno pubblicamente: "Voglio essere davvero onesto con te qui. Non ho mai avuto questa conversazione su un podcast con nessuno. E anche se sono stato già da un po' lontano dal giro, ricordiamo che l'ultima volta che sono stato impegnato a tempo pieno nel wrestling forse erano 6 o 7 anni fa. Non succede dal 2014".

Bischoff ha quindi spiegato come ha trascorso questi ultimi anni: "Mi sono divertito un po'. Faccio una piccola cosa qui e una piccola cosa là, perché il business mi interessa ancora molto. Faccio il mio podcast, che mi tiene in contatto con la disciplina. Da circa un anno, anno e mezzo, però, ho cambiato idea. Se qualcuno mi chiamasse oggi e dicesse che mi offre un enorme assegno, perché vuole che lavori a tempo pieno per lui, non lo farei. Ed è la prima volta che questo succede in trent'anni, o comunque moltissimo tempo. Credo che quel momento si arrivato, quello di allontanarsi mentalmente ed emotivamente dal wrestling".