WWE, inatteso grazie da CM Punk: "Mi hanno strapagato e ci ho conosciuto mia moglie"



by   |  LETTURE 1466

WWE, inatteso grazie da CM Punk: "Mi hanno strapagato e ci ho conosciuto mia moglie"

Che CM Punk abbia avuto qualche problema con la WWE non è certo cosa nuova, dato che il suo licenziamento avvenuto nel 2014 proprio mentre stava per sposarsi ha rappresentato l'ultima goccia di un rapporto già logoratosi nei mesi precedenti. Eppure l'atleta di Chicago sembra non nutrire più particolari rancori nei confronti della compagnia che lo rese campione del mondo e gli regalò anche uno storico record di longevità (i famosi 434 giorni da WWE Champion tra il 2012 e il 2013).

CM Punk ha infatti concesso un'intervista a 'Wrestling Perspective Podcast', in cui ha analizzato i diversi motivi per cui non può che essere riconoscente nei confronti della WWE. Il sei volte campione del mondo ha infatti evidenziato quanto abbia amato il business del wrestling negli anni dei suoi esordi. In più ha ricordato che, se non fosse stato per l'industria, non avrebbe mai incontrato sua moglie, AJ Lee.

CM Punk e la sua riconoscenza verso la WWE

"La WWE mi ha pagato un sacco di soldi e ho incontrato mia moglie grazie al mio lavoro", ha detto Punk. “Questi sono i due lati più positivi della mia esperienza con loro. Poi, hanno provato a riprendersi molti dei miei soldi, ma non hanno avuto molto successo in questo".

CM Punk ha poi approfondito il tema del suo rapporto con il wrestling e di come la disciplina lo abbia reso felice: "Penso di essere sempre stato un grande sognatore, e Dave Batista è allo stesso modo, si definisce il cacciatore di sogni. L'ho capito in tenera età, probabilmente perché i miei genitori mi hanno costretto ad andare in chiesa e cose del genere. Già all'epoca ho subito iniziato a capire che molte di quelle cose non facevano per me, e che la vita è breve".

Quindi un messaggio non solo a chi ama il wrestling, ma a tutti coloro che hanno un sogno di difficile realizzazione: "Devi capire cosa ami e provare a farlo per vivere. Sono rimasto sbalordito quando qualcuno mi ha pagato, la prima volta che ho fatto soldi nel wrestling, non ci potevo credere. Pensavo che non avrei dovuto mai più avere un vero lavoro. Ero al settimo cielo. Ho potuto seguire i miei sogni. Ho ottenuto il massimo che la vita potesse darmi grazie al wrestling. Ho incontrato mia moglie, e tutti i fan mi hanno dato il loro sostegno. Quindi non posso che apprezzare tutto questo".