Jim Ross: "John Cena era irriconoscibile quando l'ho incontrato per la prima volta"



by   |  LETTURE 1304

Jim Ross: "John Cena era irriconoscibile quando l'ho incontrato per la prima volta"

John Cena è stato il simbolo della WWE per tantissimi anni, avendo contribuito in maniera decisiva allo sviluppo e alla popolarità del wrestling al di fuori dei confini statunitensi. La sua connotazione da eterno ‘face’ non è sempre andata a genio ai fan, che hanno ben presto iniziato a fischiarlo e ad avere un atteggiamento ostile nei suoi confronti.

Nonostante le pressioni dall’interno e dall’esterno, Vince McMahon non ha mai ceduto, preservando il leader della ‘Cenation’ e mantenendolo in quello che era il suo ruolo originario. Con l’avanzare dell’età e il successo maturato a Hollywood, le apparizioni sul ring del 16 volte campione del mondo sono divenute sempre più sporadiche.

Basti pensare che Cena non ha preso parte nemmeno a WrestleMania quest’anno. Nel corso di una recente intervista a Sportskeeda, il WWE Hall of Famer Jim Ross ha raccontato di come abbia incontrato per la prima volta John durante un viaggio per ricercare talenti in California.

JR: "Faceva diversi lavori part-time all'epoca"

“John Cena era in Southern California, faceva diversi lavori part-time in quel momento. Mi ricordo che collaborava sicuramente con un’azienda di traslochi e guidava anche il camion ogni tanto.

Nell’altra metà della giornata, si allenava intensamente con Rick Bassman in UPW. Io mi sono recato lì alla ricerca di qualcun altro, anche se ora non ricordo chi fosse. John aveva le sembianze di Sting, i suoi capelli erano davvero lunghi.

Quello è stato il nostro primo incontro. Ho scoperto che conosceva benissimo il mondo del wrestling, era un vero studente della disciplina” – ha svelato JR. Parlando con Vince McMahon, Ross gli confidò di aver trovato un ragazzo che avrebbe potuto ambire ai titoli più importanti nel giro di qualche anno.

“Gli ho detto subito che avevo conosciuto un atleta che avrebbe preso parte al main event di WrestleMania entro cinque anni. Lui non mi ha preso seriamente in quel frangente, ma ben presto ci siamo accorti di avere di fronte un talento generazionale” – ha chiosato.