Carlito: "In quel momento è nata la mia cattiva reputazione nel backstage"



by   |  LETTURE 1355

Carlito: "In quel momento è nata la mia cattiva reputazione nel backstage"

L’ex stella della WWE Carlito ritiene di aver sviluppato una cattiva reputazione all’interno del backstage dopo aver espresso alcuni commenti duri che hanno offuscato il confine tra finzione e realtà. Nel 2007, la WWE decise di retrocedere il match di coppia fra Carlito/Ric Flair e Chavo Guerrero/Gregory Helms al pre-show di WrestleMania 23.

Poco prima dello svolgimento dello show, la superstar portoricana ha rilasciato un’intervista all’Ottawa Sun in cui si è scagliato contro la scelta della federazione di Stamford. Benché le parole dell’ex campione degli Stati Uniti fossero perfettamente inserite nel conformazione del suo personaggio, in molti hanno creduto che si trattasse di uno sfogo sincero verso la dirigenza WWE.

In una recente intervista a James Romero per ‘Wrestling Shoots’, Carlito ha confermato di aver provocato sgomento dietro le quinte a causa di quelle dichiarazioni.

Carlito: "Ci furono momenti di tensione nel backstage"

“Penso che Internet stesse iniziando ad avere grande popolarità all’epoca, mentre io stavo soltanto alimentando le mie caratteristiche da personaggio heel” – ha rivelato.

“Non sapevo che quelle parole avrebbero avuto una tale risonanza anche all’esterno del mondo WWE. Stavo solo interpretando il mio ruolo, ma la gente ha preso quello sfogo come qualcosa di sincero e di personale verso la compagnia.

Non sapevo come comportarmi. Il mio scopo era cercare di ottenere ancora più attenzione, ma la situazione ha preso una piega che non avrei mai immaginato. Anche nel backstage ci furono momenti di tensione” – ha aggiunto.

Carlito è apparso anche nel pre-show di WrestleMania 25 nel 2009, dove ha collaborato con suo fratello Primo Colon contro The Miz e John Morrison. Ma quali sono state le esatte parole di Carlito prima di WrestleMania 23? “Sono stato fatto fuori dalla card principale di WrestleMania.

A quanto pare, era necessario fare spazio a Kane, Khali e Melina. Forse se entro in politica e bacio qualche c**o, dovrei farcela ad essere a WrestleMania il prossimo anno” – aveva detto. Il caraibico si è reso protagonista di un breve ritorno nel 2021 durante la Royal Rumble maschile.