WWE Hall of Famer: "Abbiamo capito subito di avere un prodigio tra le mani"



by   |  LETTURE 1179

WWE Hall of Famer: "Abbiamo capito subito di avere un prodigio tra le mani"

Il rapporto tra Vince McMahon e Brock Lesnar ha portato enormi benefici ad entrambe le parti, anche se non sono mancate tensioni nel corso degli anni. La WWE si è spesso affidata al carisma e alla popolarità della Bestia quando si trattava di ‘vendere’ gli show più importanti del calendario e far crescere l’appeal intorno a Monday Night Raw.

Il boss della federazione di Stamford è stato spesso criticato per il suo comportamento eccessivamente indulgente verso l’ex campione Universale, permettendo a quest’ultimo di farla franca in situazioni che avrebbero provocato il licenziamento o la sospensione della maggior parte delle altre star.

L’accordo stipulato con la compagnia ha inoltre permesso a Brock di guadagnare una quantità incredibile di denaro, nonostante le sue apparizioni sul ring siano state sporadiche nelle scorse stagioni. La sua ultima apparizione sul ring risale ormai all’edizione 2020 di WrestleMania, quando ha ceduto il suo titolo nelle mani dello scozzese Drew McIntyre.

Nel corso di una recente intervista ad Alex McCarthy per ‘talkSPORT’, il WWE Hall of Famer Jim Ross ha ricordato i primi passi di Lesnar nel business del wrestling.

JR: "Sapevamo che sarebbe diventato un fuoriclasse"

“Io e Gerry Brisco abbiamo portato Brock Lesnar a fare un provino a Minneapolis, visto che lui è originario di quelle parti” – ha esordito JR.

“Ho detto a Vince McMahon che era un grandissimo prospetto e che potevamo convincerlo a firmare con la WWE. Vince ci ha pensato un po’ su e ha deciso di dargli un’occhiata personalmente. Brisco era proprio accanto a Brock in quel momento esatto.

Vince si è diretto improvvisamente verso di lui e ha ammesso che non aveva mai visto una cosa del genere. Pur non avendolo mai visto lottare, McMahon si era già accorto di avere tra le mani un atleta pazzesco.

Eravamo tutti consapevoli che sarebbe diventato un campione straordinario. Il resto è storia” – ha aggiunto. ‘The Beast Incarnate’ ha spesso ricevuto frecciatine da parte di colleghi e addetti ai lavori a causa del suo scarso amore per il wrestling.