Carlito: "Shawn Michaels ha avuto il coraggio di dirmi che non gli piacevo"



by   |  LETTURE 2554

Carlito: "Shawn Michaels ha avuto il coraggio di dirmi che non gli piacevo"

Pur non essendo mai stato un simbolo della WWE, Carlito può annoverarsi senza dubbio tra i personaggi più stravaganti e riconoscibili nell’era moderna della WWE. L’ex campione degli Stati Uniti ha fatto recentemente un’apparizione a sorpresa durante la Royal Rumble maschile 2021, prima di unire le forze con Jeff Hardy nell’episodio successivo di Monday Night Raw.

Nel corso di una lunga intervista a James Romero per ‘Wrestling Shoot’, il 42enne portoricano ha espresso tutta la sua stima verso Shawn Michaels, che ha avuto la sincerità di rivelargli il suo reale pensiero sul suo conto.

HBK ha lavorato nella federazione di Stamford a cavallo fra il 2003 e il 2010, diventando uno dei performer più tecnici di ogni epoca. Michaels e Carlito si sono affrontati più volte davanti agli schermi televisivi, soprattutto nel biennio 2005-2006.

Carlito: "Non pretendo di andare a genio a tutti"

“Ho sempre avuto un grande rispetto per Shawn Michaels, dato che era uno dei pochissimi che ti dicevano le cose in faccia. Lui non ha mai avuto problemi ad ammettere che non gli piacevo” – ha raccontato Carlito.

“Mi è piaciuto il suo approccio. Abbiamo parlato, mi ha confidato tutto quello che pensava di me e io l’ho accettato senza problemi. Non pretendo di essere l’amico ideale per chiunque. Invece di denigrarmi alle spalle, lui ha avuto il coraggio di guardarmi negli occhi e spiegarmi il suo punto di vista” – ha aggiunto.

Shawn è entrato nella Hall of Fame nel 2011, prima di ricevere un’altra induzione nel 2019 in qualità di membro della celebre D-Generation X. Nel suo podcast ‘Grilling JR’, Jim Ross non ha speso parole dolci per Carlito: “Il suo grande nemico è sempre stata la motivazione.

Puoi essere bravo quanto vuoi, ma la gente ha sempre percepito la sua pigrizia e immaturità. Gli unici momenti in cui non era pigro era quando doveva interagire con le donne, anzi in quel campo era da Hall of Fame. Quando aveva la giusta voglia, era assolutamente straordinario”.