WWE Hall of Famer: "I miei figli piansero quando The Fiend mi attaccò in diretta"



by   |  LETTURE 6120

WWE Hall of Famer: "I miei figli piansero quando The Fiend mi attaccò in diretta"

Durante il suo "tour demoniaco", come è stato definito da diversi fan e da alcuni addetti ai lavori, l'alter ego di Bray Wyatt, ovvero il Fiend che ha spaventato diverse generazioni di fan del WWE Universe, ha attaccato parecchi personaggi molto noti del roster della federazione, tra cui Jerry "The King" Lawler, Finn Balor o Kurt Angle, nel corso del 2019.

Con un attacco arrivato dal nulla, il quale era sempre anticipato dallo spegnimento delle luci dell'arena e dalla musica demoniaca soliti dell'arrivo del Fiend, il malvagio demone di Monday Night Raw aveva attaccato i personaggi più disparati, prima di andare ad aprire vere e proprie faide con alcuni dei protagonisti dei ring dello show rosso, come ad esempio Seth Rollins, alla quale ha strappato anche il titolo Universale.

Kurt Angle rivive i momenti dell'attacco del Fiend, con il panico in casa sua

Nell'ultima puntata del suo Kurt Angle Show, il WWE Hall of Famer ha voluto ripercorrere quell'attacco subito in diretta a Monday Night Raw, con la telefonata ricevuta dalla moglie subito dopo lo show, con la quale la donna chiedeva spiegazioni in merito al suo coinvolgimento nel'angle, non essenso più un lottatore a tutti gli effetti.
Nella puntata nella quale era presente anche l'ex WWE Champion Randy Orton, Angle ha infatti rivelato:

"I miei figli, quando sono stato attaccato dal Fiend, si misero a piangere.

Stavano vedendo la tv quella sera. Mia moglie mi chiamò subito dopo e mi disse 'Ma che diavolo sta succedendo lì? Perchè ti hanno fatto attaccare dal Fiend? Non lotti più ormai?' Io le risposi che era semplicemente il mio lavoro.

Dovevo farlo perchè mi aveva detto di farlo, sapete" .

D'altro canto, Orton ha invece voluto dire la sua sul rapporto dei figli con il lavoro del padre, dicendo:

"Beh, la mia figlia più piccola ha quattro anni ed io credo che lei pensi ancora che suo papà viaggi letteralmente dentro la TV per lavorare.

Non ha ancora capito bene. I bambini più grandi, invece capiscono già cosa succede. Tutto ciò però ancora non li aiuta a non avere paura, specialmente i maschi; loro lo hanno anche incontrato Bray.

E' stato uno dei primi wrestler WWE che hanno incrontrato ed è stato circa sei anni fa. Quindi anche loro sono ormai fan da tutta la vita" .