Kurt Angle: "Vi racconto del famoso incidente fra Booker T e Batista"



by   |  LETTURE 1418

Kurt Angle: "Vi racconto del famoso incidente fra Booker T e Batista"

Molto è già stato detto nel corso degli anni sull’incidente che vide come protagonisti Booker T e Batista all’interno del backstage WWE nel 2006. Nell’ultima edizione del suo programma in onda su ‘AdFreeShows.com’, l’ex medaglia d’oro olimpica Kurt Angle ha ripercorso le vicissitudini che hanno portato allo scontro fisico tra queste due leggende al termine di un episodio di SmackDown.

Benché non fosse presente nello spogliatoio nel momento esatto dell’alterco, Angle si è fatto raccontare tutti i dettagli di ciò che era successo negli istanti precedenti al fattaccio. Kurt ha spiegato che ‘The Animal’ intendeva lavorare con diverse star del roster blu in quel frangente storico, ma la lista degli infortunati gli impediva di realizzare il suo desiderio.

Kurt Angle: "È stato un grandissimo malinteso"

“Sono arrivato lì solo dopo la fine del mio combattimento, ma mi sono fatto raccontare nel dettaglio cosa fosse accaduto. Batista era arrivato a SmackDown per girare uno spot commerciale insieme ad altre superstar.

Penso che fosse relativo a SummerSlam, ma non ne sono sicuro. Rispondendo alla domanda di qualcuno, Batista si è lasciato sfuggire la frase: ‘Quando vengo a SmackDown, non c’è mai nessuno con cui lavorare’.

Booker T non la prese bene e risposte che c’erano molti atleti con cui si poteva confrontare. Credo che Batista si stesse riferendo al fatto che c’erano stati tanti infortuni e il roster era privo di numerosi talenti.

Non aveva intenzione di offendere i ragazzi che militavano nello show blu” – ha illustrato Angle. “Non penso che Batista avesse qualcosa di personale contro Booker T o chiunque altro a SmackDown. Booker T ha frainteso il concetto e si sono affrontati a muso duro.

Purtroppo hanno finito per fare a botte. Io sono arrivato lì qualche minuto dopo. Booker T aveva un occhio nero, mentre Batista era un po’ scosso. Ho subito pensato che ci fosse stato un grosso malinteso. Non doveva succedere, ma alla fine si sono scusati l’uno con l’altro e sono andati avanti senza problemi” – ha aggiunto.