Vince Russo: "Retribution e Raw Underground? L'ennesimo disastro della WWE"



by   |  LETTURE 1259

Vince Russo: "Retribution e Raw Underground? L'ennesimo disastro della WWE"

Il 3 agosto dello scorso anno, durante il tradizionale episodio di Monday Night Raw, aveva fatto il suo esordio ‘Raw Underground’, che era riuscito ad attirare enorme attenzione presentandosi come una sorta di entità separata rispetto alla solita programmazione settimanale della WWE.

Quello spettacolo in stile ‘Fight Club’ aveva introdotto un pizzico di freschezza in un momento reso ancora più complicato dalla pandemia globale. Tuttavia, la maggior parte dei fan si è presto stufata dei segmenti proposti, con la conseguenza che Raw Underground è stato demolito solo poche settimane dopo il suo debutto.

Lo stesso dicasi della stable ‘Retribution’, il cui impatto in WWE si è rivelato molto meno potente di quanto non fosse lecito aspettarsi in origine. Nel corso dell’ultimo episodio di ‘Writing with Russo’, l’ex writer della federazione di Stamford – Vince Russo – ha spiegato che elaborare correttamente le storyline è un processo che richiede del tempo, mentre la WWE avrebbe una certa tendenza a prendere le decisioni più importanti all’ultimo minuto.

Vince Russo lancia l'ennesima frecciata alla WWE

“Quanto ci abbiamo messo io e te per allestire tutto il necessario per questo programma? Circa quindici minuti, perché quello è il tempo che ci vuole.

Tutto richiede del tempo! Non si può pretendere di allestire qualcosa da un momento all’altro. Pensate quanto è difficile nel mondo del wrestling, dove ci sono così tante persone e numerosi livelli.

Non è scontato che una novità debba piacere subito ai fan, anzi sono proprio le reazioni negative che ti aiutano ad effettuare dei cambiamenti e a migliorare il prodotto. Mi viene in mente il gioco del telefono: alla fine potrebbe venir fuori una storyline completamente diversa da quella che avevi immaginato all’inizio.

Per quanto ne sappiamo, sarebbe potuto accadere lo stesso sia per Retribution che per Raw Underground, ma la WWE ha deciso di lasciar perdere senza nemmeno averci provato realmente” – ha sentenziato Russo. Il 10 e l’11 aprile andrà in scena la 37ma edizione di WrestleMania, che ha già incassato parecchie critiche nelle scorse settimane.