Bruce Prichard: "C'è un match di Triple H che mandò Vince McMahon su tutte le furie"



by   |  LETTURE 5179

Bruce Prichard: "C'è un match di Triple H che mandò Vince McMahon su tutte le furie"

Triple H è stato uno degli atleti più riconoscibili e longevi nell’era moderna della WWE, pur essendosi gradualmente allontanato dal ring negli ultimi anni per dedicarsi ad un ruolo dirigenziale. Oltre ad essersi aggiudicato innumerevoli titoli nel business del pro wrestling, The Game ha avuto l’ulteriore merito di contribuire all’ascesa di NXT e dei giovani talenti che ambiscono ad entrare nel main roster.

Il marchio giallo è infatti diventato una validissima alternativa a SmackDown e Raw, dato che consente alle superstar una programmazione ridotta e meno stressante rispetto a quella che caratterizza i due show principali.

Durante la sua strepitosa carriera, come ogni altro wrestler, anche HHH si è reso protagonista di alcuni match non proprio indimenticabili. Tra questi c’è sicuramente la battaglia contro The Ultimate Warrior a WrestleMania 12 nel lontano 1996.

Nell’ultima edizione del podcast ‘Something to Wrestle’ condotto da Conrad Thompson, Bruce Prichard ha analizzato i fattori che resero la sfida ben al di sotto delle aspettative.

Prichard: "Ho odiato quel match"

“Ho odiato quel match, devo essere molto sincero.

L’ingresso è stato fantastico, ma tutto il resto non sarebbe potuto andare peggio di così” – ha raccontato Prichard. Dopo uno stop di quattro anni, The Ultimate Warrior si apprestava a tornare in WWE nel 1996 e la sua vittoria a WrestleMania era scontata per tutti.

L’ex campione WWE poteva vantare un’enorme base di fan, ma era ormai lontano dal wrestling da troppo tempo per sperare di essere competitivo. Triple H, dal canto suo, era un giovane heel in ascesa all’epoca dei fatti.

“La verità è che c’era tantissima gente che pensava di non rivedere più The Ultimate Warrior sul ring. L’attesa era incredibile, ma non è stato sufficiente per rendere il match godibile.

Ricordo che Vince McMahon lo ha guardato in diretta e non era molto contento. Sono stati fortunati che Vince non era presente nel backstage, altrimenti si sarebbe infuriato. Il ruolo di Hunter è stato marginale nell’incontro, anzi forse è stato il più danneggiato di tutti da quella situazione” – ha concluso.