Vickie Guerrero: "Ecco cosa farebbe Eddie se fosse ancora vivo, dopo la WWE"



by   |  LETTURE 1137

Vickie Guerrero: "Ecco cosa farebbe Eddie se fosse ancora vivo, dopo la WWE"

Uno dei volti che i fan del WWE Universe hanno più amato nel corso della storia della WWE, è sicuramente quello del compianto WWE Hall of Famer Eddie Guerrero, introdotto nell'Arca della Gloria della compagnia dei McMahon in maniera postuma, dopo essere morto tragicamente alla soglia dei 40 anni, improvvisamente.

Dal 2005 ad oggi, infatti, diversi colleghi e diversi fan in tutto il mondo hanno contribuito a tenere viva la memoria del Latino Heat, che è stato omaggiato in tutti i modi, con diversi tributi sia dentro che fuori dai ring della WWE, compresi i vari riferimenti della vedova, Vickie Guerrero.
Dopo essere passata a lavorare sui ring della AEW, Vickie è voluta tornare a parlare del suo defunto marito, con la manager della compagnia dei Khan, che prima era un personaggio di spicco dei ring della WWE che ha infatti rivelato quale sarebbe stato il suo futuro al giorno d'oggi, se non fosse morte prematuramente.

"Eddie Guerrero avrebbe aperto una scuoa di wrestling", parola di Vickie

In un'intervista reale, che sembra prendere sorprendentemente spunto dalla nostra "Intervista (im)possibile" postata solo qualche settimana fa sul nostro sito, Vickie Guerrero ha infatti così parlato di quello che farebbe adesso Eddie, ai microfoni di AEW Unrestricted:

" Avrebbe sempre voluto aprire la sua personale scuola di wrestling prima di morire.

Credo sarebbe stato un grandissimo maestro. Penso sarebbe stata una cosa che avrebbe amato e sarebbe stato un vero e proprio mentore per i ragazzi più giovani. Anche se l'avrei visto bene persino come attore perchè riusciva ad essere così divertente" .

A quanto pare, nella nostra Intervista (Im)possibile, ci avevamo preso, con l'idea di Eddie che era quella di ritirarsi dal wrestling lottato ed una volta terminati gli impegni sui ring della WWE, il talento di origini messicane avrebbe dedicato la sua vita a far crescere ragazzi sui ring di tutto il mondo, per poi mandarli in scena come le grandi Superstar che meritavano di essere, dopo essere stati allenati da uno dei migliori di sempre, ma purtroppo, questo sogno non si è mai realizzato.