Kurt Angle: "Dopo WrestleMania 21, non ho più eseguito quella mossa"



by   |  LETTURE 2198

Kurt Angle: "Dopo WrestleMania 21, non ho più eseguito quella mossa"

Le superstar della WWE sono spesso sotto le luci dei riflettori e ricevono applausi e tributi da parte dei fan. Tuttavia, ci si dimentica spesso che gli atleti hanno bisogno di un materiale di supporto notevole per svolgere il loro lavoro nel migliore dei modi.

Nel corso degli anni, sono stati diversi i writer che hanno contribuito a plasmare il prodotto della federazione di Stamford. Uno di questi risponde al nome di Brian Gewirtz, head writer per 13 lunghi anni e autentico riferimento nel backstage fino al suo addio nel 2012.

Durante l’ultima edizione del ‘Kurt Angle Show’, l’ex medaglia d’oro olimpica ha analizzato nel dettaglio l’apporto fornito da Gewirtz alla sua stessa carriera. Brian è stato infatti il cervello dietro alla scrittura della faida tra Kurt Angle e Shawn Michaels, culminata nel loro epico scontro a WrestleMania 21.

Angle: "Ho rischiato di far male a Shawn Michaels"

“Quella storyline era davvero ben scritta e Brian Gewirtz ha giocato un ruolo fondamentale sotto questo aspetto. Ha scritto tutto il mio materiale e me lo ha fatto assimilare con chiarezza.

Lui ha avuto una grande chimica con tante superstar, non soltanto con me. Mi vengono in mente fenomeni del calibro di Edge, Christian, Chris Jericho, Hurricane Helms, The Rock e molti altri” – ha spiegato. Durante il match con HBK a Mania, Kurt propose una variante della sua celebre Angle Slam.

“Non andò a buon fine, per questo non l’ho mai più utilizzata. In ogni caso, è stato fantastico. In realtà Shawn Michaels ha avuto l’idea e io ho pensato che fosse giusto provare.

Credevo che potesse essere un colpo di scena da utilizzare in determinati momenti ma – siccome l’esito fu ben lontano da quello sperato – fu la prima e l’ultima volta che la eseguii. Non ero allineato nel modo corretto e ho rischiato di far male a Shawn.

Per fortuna non ci sono state conseguenze e ritengo che i fan abbiano avuto un’idea di quello che volevo portare in scena” – ha concluso.