Ex writer: "Bret Hart voleva presentarsi in ufficio con una pistola dopo Montreal"



by   |  LETTURE 3024

Ex writer: "Bret Hart voleva presentarsi in ufficio con una pistola dopo Montreal"

L’edizione 1997 delle Survivor Series è passata alla storia come una delle più controverse e discusse nella storia della WWE. Bret Hart era infatti convinto che avrebbe mantenuto il suo titolo di campione WWE contro Shawn Michaels, nonostante tutti fossero a conoscenza del suo imminente passaggio alla WCW.

Vince McMahon, per evitare che ‘The Hitman’ potesse portare la cintura con sé nella federazione rivale, decise di agire alle spalle di Hart favorendo la vittoria di HBK in quello che tutti ricordano come lo ‘Screwjob di Montreal’.

In seguito a quell’episodio, i rapporti tra Bret e la compagnia di Stamford si incrinarono profondamente, inducendo lo stesso fuoriclasse canadese a consigliare a suo fratello Owen di lasciare la WWE prima che fosse troppo tardi.

Come è noto a tutti, nonostante le insistenze di Bret, Owen rimase a lavorare in WWE fino alla sua tragica scomparsa nel maggio del 1999. In un’intervista esclusiva concessa a Sportskeeda, l’ex writer della WWE Vince Russo ha raccontato di aver ricevuto una telefonata da Owen cinque giorni dopo lo Screwjob.

Russo: "Bret Hart aveva perso la testa"

“Ero a casa e il mio telefono ha squillato varie volte. Era Owen che non smetteva di piangere. Mi ha detto di chiamare urgentemente Bret. Io gli ho risposto di rilassarsi e gli ho chiesto cosa stesse succedendo.

In pratica, Bret lo aveva minacciato di rinnegarlo come fratello se avesse continuato a lavorare in WWE” – ha ricordato. Stando alle parole di Russo, Bret Hart era talmente infuriato con la federazione da volersi presentare al lavoro munito di una pistola.

“Non dimenticherò mai quei momenti, Bret era letteralmente uscito fuori di testa. Mi ha confidato che gli era venuta voglia di presentarsi in ufficio con una pistola e iniziare a far fuori tutti. A quel punto ho capito che non c’era più nessuna possibilità di ricucire lo strappo.

Se n’era andato ormai” – ha aggiunto. Grazie anche all’intercessione di alcune personalità di spicco, i rapporti tra Vince McMahon e la famiglia Hart sono leggermente migliorati con il passare degli anni.