Jim Ross: "Vi svelo la celebrità che ha avuto il minor impatto in WWE"



by   |  LETTURE 1748

Jim Ross: "Vi svelo la celebrità che ha avuto il minor impatto in WWE"

La maggior parte dei WWE Hall of Famers hanno avuto carriere leggendarie, destinate a rimanere per sempre scolpite nella storia di questo business. Questa premessa – tuttavia – non è applicabile ad ogni singolo caso.

Basti pensare che celebrità come Arnold Schwarzenegger e Donald Trump hanno ricevuto l’onore di essere inseriti nell’ala delle celebrità senza aver contribuito troppo allo sviluppo del wrestling.

Tra i nomi più curiosi presenti nella Hall of Fame spicca quello di Drew Carey, attore e comico statunitense, che ha preso parte alla Royal Rumble nel 2001 venendo eliminato dopo soli tre minuti dal suo ingresso sul ring.

Nell’ultima edizione del podcast ‘Grilling JR’, Jim Ross ha raccontato di non aver gradito la partecipazione di Carey, che si è reso autore di un bizzarro alterco con Kane.

JR: "L'obiettivo era soltanto avere visibilità"

“Probabilmente è stata la guest star che ha avuto il minor impatto che io ricordi nella storia della WWE.

Ricordo che quell’evento ebbe comunque una risonanza mediatica notevole, forse eccessiva. La principale ragione per cui Drew Carey era su quella card era ottenere visibilità sui media” – ha dichiarato JR.

L’attuale commentatore di AEW si è soffermato poi sul primo ritiro di Shawn Michaels, che avvenne nel lontano 1998 a causa di un infortunio alla schiena riportato durante il match con Undertaker alla Royal Rumble.

HBK avrebbe fatto il suo ritorno nel 2001. “Ho fatto diversi viaggi a San Antonio per parlare con Shawn e con il suo agente. Gli ho ripetuto più volte che la sua eredità non poteva finire in quel modo. Aveva lasciato un grande amaro in bocca alla gente, che aveva maturato una percezione negativa di lui.

Non sarebbe stato giusto per un ragazzo che viene considerato – insieme a Ric Flair – come il più abile performer di sempre. Non sarebbe stato giusto per lui, per i fan e per nessun altro. Il mio obiettivo era quello di riportarlo nell’ovile per ripulire la sua immagine”.