Chris Masters: "Rey Mysterio avrebbe vinto la Royal Rumble 2006 anche se..."



by   |  LETTURE 2488

Chris Masters: "Rey Mysterio avrebbe vinto la Royal Rumble 2006 anche se..."

Nel novembre del 2005, Eddie Guerrero si è spento all’età di 38 anni a causa di un’insufficienza cardiaca acuta. Quattro mesi dopo, il wrestler di origini messicane avrebbe dovuto affrontare Shawn Michaels in uno dei match clou di WrestleMania 22.

Vince McMahon ha finito per misurarsi con HBK in un ‘No Holds Barred match’ allo Showcase of the Immortals. Ad imporsi fu Michaels al termine di una sfida durata ben 18 minuti. In una lunga intervista esclusiva concessa a Sportskeeda, l’ex stella WWE Chris Masters ha riferito che probabilmente Rey Mysterio si sarebbe aggiudicato la Royal Rumble del 2006 anche nel caso in cui Eddie fosse stato ancora vivo.

Masters: "Rey Mysterio avrebbe vinto lo stesso"

“Secondo i piani originari, non dovevano affrontarsi Shawn Michaels e Vince McMahon a WrestleMania. Il match previsto era quello tra Shawn e Eddie Guerrero, che è stato sostituito da Vince.

Ritengo in ogni caso che Rey Mysterio sarebbe stato lo stesso il vincitore della Royal Rumble, a prescindere dalla tragica scomparsa di Eddie. Personalmente sono stato felice di aver preso parte a quella Royal Rumble, anche se sono durato sette minuti.

Ero reduce dall’Elimination Chamber match, quindi ho dovuto darmi un pizzicotto per accorgermi che tutto ciò stava accadendo a me. Certe volte passa tutto così velocemente che nemmeno ci fai troppo caso” – ha raccontato Masters.

Chris ha rivelato poi di essersi sempre trovato molto bene a lavorare con i giganti. “Big Show è eccezionale, giusto per citare un esempio. Sono sempre rimasto impressionato da come si muoveva. Non so se ottiene davvero il giusto riconoscimento per questo aspetto.

Stiamo parlando di un tipo molto atletico, soprattutto in relazione all’altezza e alle dimensioni. Mi è piaciuto tanto anche lavorare con Kane, che è una splendida persona. L’ho sentito parlare di politica molto prima che diventasse sindaco e mi sono accorto subito che era un ragazzo veramente intelligente. Non mi sorprende che sia arrivato a ricoprire una posizione così importante”.