WWE star: "La mossa finale di The Miz è la peggiore di tutti i tempi"



by   |  LETTURE 2650

WWE star: "La mossa finale di The Miz è la peggiore di tutti i tempi"

Fin dal suo avvento in WWE The Miz è sempre stato una superstar molto discussa e criticata: una parte del WWE Universe lo ama ed adora i suoi 'strani' per certi versi modi di fare mentre altri invece lo sopravvalutano e criticano i suoi modi di essere sul ring.

Una superstar della WWE, l'ex 24/7 Champion Titus O'Neil ha parlato di The Miz, criticando in particolare la sua mossa finale, ovvero la 'Skull Crushing Finale' mossa caratteristica che nel corso della storia ha dato molto successo al wrestler.

Di certo, per come ha parlato, O'Neil non è mai stato realmente impressionato da questa manovra. Intercettato ai microfoni di una sessione di domande e risposte su Rapid Fire con Nathalie Mamo, Titus O'Neil ha risposto a diverse curiosità del mondo della wrestling e tra queste anche a quale fosse la peggior mossa di sempre.

La critica di O'Neil a The Miz

Grazie alla Skull Crushing Finale The Miz è diventato WWE Champion nel 2010, ma O'Neil si è affrettato a sottovalutare e criticare questa manovra spiegando i motivi per cui non gli piace affatto.

Ecco le sue parole a riguardo:

"La manovra Wasteland di Wade Barrett è sicuramente una delle meno impressionanti di tutti i tempi ma se devo dire la mia la Skull Crushing Finale di The Miz è la peggiore di sempre"

The Miz è uno dei wrestler da più tempo nei piani alti e nel roster principale della WWE e nonostante ciò è molto amato dal WWE Universe. Negli ultimi tempi il wrestler è stato coinvolto a Raw dove ha prima conquistato il Money in the Bank per poi successivamente perdere la propria chance per il titolo.

Adam Pearce nell'ultima puntata del 2020 ha ridato questa opportunità a The Miz che conserva quindi il Money in the Bank.

La WWE ha dato la possibilità a Miz di concorrere per il Money in the Bank togliendo questa chance ad Otis perché riteneva l'A-Lister più pronto per questo particolare ruolo.