Undertaker rivela: "La WWE ha creato l'Hell in a Cell principalmente per Kane"



by   |  LETTURE 3618

Undertaker rivela: "La WWE ha creato l'Hell in a Cell principalmente per Kane"

Come tutti saprete, l'esordio di Kane in WWE avvenne nell'ormai lontano 1997, quando la federazione si chiamava ancora WWF, nel primo storico Hell in a Cell match che avvenne tra il fratellastro di ring del demone rosso, The Undertaker, e l'eterno rivale Shawn Michaels, in quella che è considerata una delle migliori e più storiche contese del Deadman, all'interno della gabbia infernale costruita dalla compagnia di Stamford.

A quanto pare, secondo quanto rivelato dallo stesso becchino della federazione, il motivo principale che avrebbe spinto la compagnia dei McMahon a creare un match del genere, sarebbe da ricercarsi proprio nel debutto di Kane, con l'istituzione della contesa infernale che è servita proprio a rendere più scenografico e clamoroso il debutto del Devil's Favourite Demon al fianco di Paul Bearer.

Senza di Kane l'Hell in a Cell non sarebbe mai esistita?

Chacchierando con il collega "Stone Cold" Steve Austin nell'ultima puntata registrata di Broken Skull Session, il Deadman è andato a ritirare fuori la storia della creazione dell'Hell in a Cell, dando al personaggio del fratellastro ogni merito e dicendo:

"La ragione principale che ha portato all'Hell in a Cell è stato Kane.

Era tutto pianificato per lui. Tutto quanto era stato designato per il debutto di Kane. Dovevano tenere tutte le interferenze al di fuori e boom, arrivava Kane.
Kane doveva essere colui che arrivava e faceva quello che nessun altro poteva fare, staccare di forza la porta ed arrivare faccia a faccia con suo fratello.

Continuo a pensare che sia uno dei momenti più iconici di sempre. E' una storia che è andata avanti per 23 anni ed è tuttora una delle più grandi storie di sempre" . Nonostante Kane avesse già lavorato in WWE con un personaggio diverso prima di vestire i panni del fratellastro di Undertaker, la gimmick del demone preferito del Diavolo, ha costituito il vero successo per Glenn Jacobs, che proprio grazie al suo debutto spaventoso nel primo Hell in a Cell della storia della federazione, ha lanciato una delle carriere più belle della storia della compagnia dei McMahon, che tuttora sembra continuare a sprazzi nonostante i mille impegni di Glenn nel mondo politico.