Chavo Guerrero: "Vi racconto cosa è successo subito dopo la morte di Eddie"



by SIMONE BRUGNOLI

Chavo Guerrero: "Vi racconto cosa è successo subito dopo la morte di Eddie"

I confronti tra le diverse superstar sono da sempre all’ordine del giorno in WWE, ma questa tendenza si acuisce ulteriormente quando si tratta di wrestler ispanici. Negli ultimi anni si sono registrati innumerevoli tentativi di cercare il prossimo Rey Mysterio o Eddie Guerrero.

Nell’ultima edizione del ‘Chris Van Vliet Show’, è stato chiesto a Chavo Guerrero dei continui paragoni che ha dovuto sopportare all’inizio del suo carriera con il più famoso zio.

Chavo: "Sono sempre stato paragonato a Eddie"

“Siamo sempre stati confrontati l’uno con l’altro.

Lo stesso valeva ai tempi di mio padre. Tanta gente pensava che dovessi raggiungere lo stesso livello di Eddie, non che dovessi diventare la miglior versione di me stesso” – ha raccontato. La gimmick di Kerwin White utilizzata da Chavo si è rivelata una soluzione vincente, avendo riscosso parecchia curiosità sia tra i fan ispanici che tra i bianchi.

“Ricordo che ne abbiamo discusso a lungo con Vince McMahon, non c’erano altre soluzioni. All’epoca il clima politico era diverso, quindi ci siamo impegnati per costruire il personaggio nel migliore dei modi.

Gli ispanici mi odiavano perché denunciavano la mia origine messicana, mentre i bianchi ce l’avevano con me perché li stavo prendendo in giro. Ho fatto in modo che tutti mi odiassero, che è l’obiettivo di un vero heel”.

La sua esperienza da Kerwin White non è durata molto purtroppo: “Circa sei mesi, fino al giorno in cui è morto Eddie. Quando Eddie è venuto a mancare, eravamo a Minneapolis per uno show e sono arrivati Vince, Triple H e Shawn Michaels nella mia stanza d’albergo.

Abbiamo parlato dell’eventualità di annullare lo spettacolo, ma sapevamo che Eddie non avrebbe voluto. Non posso dire di aver preso io la decisione finale al riguardo, ma volevano la mia opinione. Non importava che si trattasse di un tributo o qualsiasi altra cosa, l’importante era andare avanti. Quella sera sono uscito come Chavo Guerrero e avevo i capelli biondi” – ha concluso Guerrero.

Chavo Guerrero