Booker T: "Mi piacerebbe cambiare il risultato di WrestleMania 19 contro Triple H"



by   |  LETTURE 2229

Booker T: "Mi piacerebbe cambiare il risultato di WrestleMania 19 contro Triple H"

Nel corso della sua lunga carriera in WWE, Booker T ha raggiunto tutti gli obiettivi che era possibile conseguire per un wrestler professionista. Il due volte Hall of Famer si è aggiudicato un totale di 35 cinture in questo business, mettendone in bacheca 21 soltanto durante la sua militanza in WCW.

Nell’ultima edizione del suo podcast, Brad Gilmore gli ha domandato se avesse qualche rimpianto o se ci fosse qualche situazione che gli sarebbe piaciuto andasse diversamente.

Booker T: "Volevo solo continuare ad incassare assegni"

“Non ci ho mai pensato.

Non credo che ci sia qualcosa che farei diversamente. Forse cambierei il risultato del match di WrestleMania 19 contro Triple H. Questa è l’unica situazione che probabilmente cambierei” – ha raccontato.

In quell’edizione dello ‘Showcase of the Immortals’, Booker T ha affrontato Triple H per il titolo dei pesi massimi. Il match, che fu vinto da The Game, destò scalpore nell’opinione pubblica perché conteneva sfumature razziali, con diversi riferimenti di HHH alla capigliatura e alle origini del suo avversario.

“Era soltanto business. Non si trattava di provare emozioni per ciò che è successo quella notte. Alla fine della serata, tutti siamo stati pagati e siamo tornati a casa come ogni altra volta. Ho dimenticato ogni singolo aspetto di quell’incontro dopo aver ricevuto l’assegno.

Dico sul serio. Quando si ottiene un assegno tanto grande da poter pagare la tua casa, non pensi al titolo o a qualcosa del genere. Ringrazi Dio e basta!” – ha commentato. Booker non ha avuto un’infanzia semplice, un motivo in più per cercare di sfondare.

“Quando sono entrato nel mondo del wrestling e ho iniziato a vedere quegli assegni, l’ultima cosa a cui pensavo era il titolo. Volevo soltanto poter continuare a ricevere quegli assegni. Mi piaceva anche diventare il miglior ragazzo nello spogliatoio.

A tale scopo, mi sono accorto che – se avessi avuto un titolo intorno alla vita – significava che avevo raggiunto una certa posizione in azienda. Avevo due obiettivi: i titoli e gli assegni” – ha concluso.