The Worst For Business - Speciale Renee Young VI: La pandemia e l'incontro col marito



by   |  LETTURE 685

The Worst For Business - Speciale Renee Young VI: La pandemia e l'incontro col marito

Finito l'emozionante racconto sulle protagoniste della Women's Revolution, eccoci dunque arrivati al presente, dove la Young parla dell'ultimo periodo in cui è stata malata, concentrandosi su una particolare telefonata ricevuta dal leggendario "Stone Cold" Steve Austin, passando poi a parlarci del suo primo incontro con l'attuale marito Jonathan Good.

O Jon Moxley. O Dean Ambrose. Comunque lo si voglia chiamare.

Traduzione integrale: la lotta contro il virus

"E infine................................................................................grazie. Solo: grazie. Io ancora non posso davvero crederci.

All'inizio di quest'anno mi sono ammalata. E sono sdraiato lì a letto, come se...UGH. BLAH. BLECH. Tutto fa schifo. Mi sento malissimo. E poi all'improvviso il mio telefono squilla. E mi avvicino, lo prendo e lo guardo.

E sul nome del chiamante c'è scritto solo: STEVE AUSTIN.
E io sono come in questo momento di stordimento del virus, ancora, sai, quindi sono solo a metà strada. Ma lo raccolgo. E mi dico: "Umm..........salve, signor......signore?" "EHI RAGAZZA, SONO STEVE.

VOLEVO SOLO ASSICURARMI CHE STESSI BENE. VOLEVO CHIAMARTI PER SAPERE COME SONO I TUOI SINTOMI, PER VEDERE COME STANNO LE COSE. SO CHE STAI FACENDO IL DURA." Oh, giusto, certo, ovvio. È solo Stone Cold Steve Austin che fa il check-in e vuol vedere come sto.

Assolutamente normale! Come fai a spiegare a qualcuno com'è la tua vita, quando ti succedono cose come questo virus? Come lo spieghi a te stesso? Come potrei spiegare al 2012 a Renee come sarà la sua vita tra otto anni? Che tipo di avventure incredibili avrà vissuto? Oh, sì, e come le dico che sposerà un WRESTLER?
Per gentile concessione di Renee Young"

Come si può intuire dalle ultime parole, la parte successiva della lettera è dedicata a marito Jonathan Good, conosciuto in WWE ai tempi in cui era chiamato Dean Ambrose.

"Scherzi a parte, però questo è davvero l'ultimo pezzo del puzzle, credo. Quando penso a tutto quello che la WWE ha significato per me, quando penso a cosa mi hanno dato questo lavoro, questo business e questa vita? È impossibile per me fare i conti, senza considerare il regalo più folle, romantico e perfetto di tutti: la WWE mi ha dato Jon.

Non sono mai stata una di quelle ragazze che si chiedeva: "OMG, chi sarà mio marito?" Ma è così divertente: ho incontrato Jon, siamo andati d'accordo, ed è stato proprio come........è lui.

È stato cosi', capisci? Era destino. Ora però ci penso sempre, a quanto sono dannatamente fortunata: ad avere il marito migliore, ad avere questo ragazzo motivato, concentrato e di cuore al mio fianco. Eppure la cosa a cui penso altrettanto, e a cui non posso fare a meno di pensare, è quanto siamo stati dannatamente fortunati ad essere stati in questa posizione per incrociare le nostre strade l'uno con l'altro.

Non lo so proprio. Davvero, davvero, davvero, davvero non lo so. Ma sono così felice."

L'ultima parte della lettera è dedicata a dare finalmente una spiegazione al perchè ha deciso di abbandonare la WWE, facendo però capire che non c'è alcun tipo di astio tra lei e la federazione che le ha dato tanto ed a cui ha dato tanto.

Potete trovarla QUA.