Kurt Angle rivela: "Quell'anno e mezzo da GM è stato devastante per il mio corpo"



by   |  LETTURE 3152

Kurt Angle rivela: "Quell'anno e mezzo da GM è stato devastante per il mio corpo"

Kurt Angle ha fatto il suo ritorno in WWE nel 2017 dopo aver lasciato la federazione di Stamford ben 11 anni prima. Il campione di Mount Lebanon, unico wrestler nella storia in grado di aggiudicarsi il titolo WWE, la cintura dei pesi massimi e il TNA World Heavyweight Championship, è da molti considerato il lottatore più tecnico di tutti i tempi.

Intervistato recentemente da Denise Salcedo per ‘Instinct Culture’, l’ex medaglia d’oro olimpica non ha potuto negare che il suo ultimo scorcio di carriera in WWE sia stato ben al di sotto delle aspettative.

Kurt Angle: "Vince McMahon non voleva che tornassi a lottare"

“Non è andata come volevo” – ha ammesso Angle. “Vince McMahon aveva un’idea precisa per me. Penso che lui sia stato influenzato dal fatto che avevo avuto molti infortuni al collo in passato e dovevo prendere tanti antidolorifici.

Il mio obiettivo era entrare nella corsa per il titolo” – ha aggiunto. Secondo il parere di Kurt, Vince McMahon non desiderava così tanto riportarlo sul ring. “In realtà, lui voleva che entrassi nella Hall of Fame.

Sono stato io a dirgli che mi sarebbe piaciuto lottare ancora. A quel punto, Vince mi ha comunicato che sarei diventato il GM di Raw la sera successiva. Mi promise che sarei tornato a lottare, ma ho capito subito che non era il suo reale desiderio.

Quando è arrivato il momento di lottare, facevo il lavoro di GM da ormai un anno e mezzo, ero completamente fermo e inattivo. Le mie articolazioni hanno iniziato a soffrire parecchio. Prima che me ne accorgessi, sono salito sul ring e sembravo un vecchio che lottava.

Io volevo soltanto concludere degnamente la mia carriera. La dirigenza mi ha detto che avrei dovuto affrontare Baron Corbin a WrestleMania, ma lui era un talento emergente, mi sarebbe piaciuto chiudere contro John Cena magari.

Vince mi spiegò che avrebbe esaudito la mia richiesta l’anno successivo, ma io non avevo un altro anno di carriera. La verità è che mi avrebbero dovuto far lottare appena sono arrivato in WWE, la mia forma era eccezionale. Quell’anno e mezzo in disparte è stato devastante a 50 anni” – ha concluso.