WWE, Matt Riddle rivela: "Credo che Brock Lesnar mi odi veramente"



by   |  LETTURE 5736

WWE, Matt Riddle rivela: "Credo che Brock Lesnar mi odi veramente"

Uno degli avvenimenti extra-ring che ha fatto più discutere ad inizio anno, è stato il clamoroso faccia a faccia avuto tra Brock Lesnar e Matt Riddle nel backstage del ppv di Gennaio, Royal Rumble, dove l'allora WWE Champion era andato a muso duro contro l'atleta di NXT, dicendogli di farla finita con i commenti fuori luogo sui social, perchè quella era la vita vera e non un giochino da fare online.

A quanto pare, diversi membri della crew della WWE erano rimasti all'epoca dei fatti abbastanza scossi, perchè nessuno si sarebbe mai immaginato una reazione del genere da parte di Lesnar nei confronti di Riddle, il quale è sempre stato un ragazzo ilare e buontempone anche sui social, con il suo comportamento che è arrivato però ad infastidire e non poco la Bestia della WWE.

Matt Riddle rivela il suo pensiero nei confronti di Brock Lesnar

Dopo alcuni mesi passati da questa storia, l'alteta attualmente spostato a Smackdown dalla dirigenza WWE, Matt Riddle, ha voluto dire la sua sulla questione Lesnar, con l'ex campione tag team di NXT che è infatti arrivato a dire ai microfoni di After The Bell, trasmissione WWE condotta da Corey Graves:

"Sarò onesto con te.

I ragazzi se la sono presa parecchio. Io penso che abbiano preso i miei commenti come irrispettosi. Io penso lui (Brock Lesnar ndr) mi odi veramente. Che, hey, è ok. Me ne faccio una ragione. Ti ho preso nella maniera sbagliata.

Ho detto a tutti che gli sarei stato alla larga. Non potrò più chiamare persone fuori sul ring. Non lo farò più in quel modo. Cercherò di lavorare talmente bene da riuscire a diventare importante e da poter far mettere un po' di soldi sul tavolo.

So che posso farlo. Quando ho cominciato col wrestling, quando ho venduto casa e tutto, le persone mi chiedevano quale sarebbe stato il mio obbiettivo con il wrestling. Ed io rispondevo loro che ogni volta ne prefissavo uno più impossibile perchè nel processo del raggiungimento di quell'obbietivo, diventavi sempre più grande e dovevi ogni volta alzare l'asticella dei tuoi obbiettivi.

Quindi quando mi chiedevano qual'è il tuo obbiettivo? Io rispondevo ritirare Undertaker o far ritirare Brock Lesnar. Brock, nulla di irrispettoso e io penso che le mie parole siano state prese proprio così, che va comunque bene, ma alla fine dei giochi, ho semplicemente capito cosa dovevo fare.

Dovevo valorizzarmi abbastanza da poter essere inserito sul ring con lui e spero di esserci riuscito" . A quanto pare, il talento di Smackdown non ha ancora abbandonato il sogno di poter lavorare sui ring della WWE con Brock Lesnar, con l'alteta pluri-campione mondiale che a quanto pare non ne avrebbe la più pallida intenzione, ma con la parola finale che sarà data sempre e comunque dal Chairman della compagnia, Vince McMahon, per il bene del business.