Il disastroso 2020 di Kevin Owens in WWE: un'analisi del suo mese


by   |  LETTURE 2613
Il disastroso 2020 di Kevin Owens in WWE: un'analisi del suo mese

Kevin Owens è diventato uno dei lottatori più amati di Raw in questo periodo, se non addirittura il più amato in assoluto. Eppure le sue ultime settimane, almeno risultati alla mano, sono state un vero e proprio disastro.

Di fatto sono quattro settimane di fila che il canadese non fa che perdere ogni qual volta salga sul ring, qualsiasi sia il match in cui è coinvolto e gli eventuali compagni di battaglia che gli capitano in eventuali incontri multipli.

Di fatto da quando è iniziato il 2020 KO ha vinto uno solo dei match ufficiali che ha affrontato in WWE: lo scontro tre contro tre in cui al fianco di Samoa Joe e Big Show ha battuto Seth Rollins, Akam & Rezar, ma anche in quel caso la vittoria arrivò solo per squalifica.

Da allora invece sono arrivate solo delusioni: a parte la mancata vittoria della rissa a 30 uomini alla Royal Rumble, per vari motivi Kevin Owens ha sempre e solo perso. Lo ha fatto il 13 gennaio (i soliti Seth Rollins, Akam & Rezar batterono gli stessi KO, Samoa Joe & Big Show), lo ha fatto il 27 gennaio (lui e Samoa Joe mancarono l'assalto ai titoli di campioni di coppia di Raw detenuti da Seth Rollins & Buddy Murphy), quindi il 3 febbraio (al termine dell'Elimination Match vinto da Buddy Murphy, Akam & Rezar contro Owens e i Viking Raiders) e quindi lo scorso lunedì 10 febbraio quando Rollins, Murphy e gli AoP hanno battuto i soliti Owens, Joe più i Viking Raiders.

Un trattamento insomma tutt'altro che da top face per colui che al momento dovrebbe essere il principale "buono" di Raw. Almeno nell'attesa di capire quali siano i reali ed effettivi piani per lui e i suoi alleati.