Dolph Ziggler: "Ho minacciato di lasciare la WWE per il match con Goldberg"


by   |  LETTURE 7709
Dolph Ziggler: "Ho minacciato di lasciare la WWE per il match con Goldberg"

Recentemente intervistato dai microfoni della trasmissione Talk Sport con Alex McCarthy, l'ex pluri-campione intercontinentale Dolph Ziggler si è soffermato diversi minuti a parlare del suo ultimo "grande" feud avuto contro il leggendario Bill Goldberg, in un match durato meno di un espresso al bar e che ha lasciato molto contrariti sia i fan del talento di Cleveland che lo stesso Ziggler.

Durante la chiacchierata con McCarthy, Ziggler avrebbe ammesso di aver letteralmente chiesto il rilascio dalla compagnia quando è venuto a conoscenza della durata del match con l'Hall of Famer WWE nel loro scontro di Summerslam, ma di non essere riuscito comunque ad ottenere più di un minuto di match contro Da Man.
Riportiamo di seguito le parole di Ziggler durante l'intervista:

"Da bambino (ero già un fan), ma quando poi sono cresciuto vedevo questi ragazzi e dicevo 'Ok sono qui per il business e fare cose speciali' e cerco di non essere un fan.

Alla fine capisci cosa devi fare per lavorare e dici 'Figo è arrivato il momento' E ti dici anche 'tu sei il ragazzo che deve farlo. Colui che deve far sì che quest'altro ragazzo batta questo record e devi quindi aiutarlo nel fare questo match.

E sei tipo, Fantastico'
Però poi ti dicono 'ci sarà una spear e la campanella col pin' ed io rispondo con un 'Ma andiamo! Quindi io lavoro tutti i giorni tutto il giorno, minaccio di andare via, minaccio ancora di andare via, faccio qualsiasi cosa mi chiedete e non mi date nemmeno un match di due minuti?!' Quello che ho ottenuto è stato un match di un minuto, comunque, cosa vuoi farci?
" Sembrano risultare vere, quindi, le voci che circolavano diversi mesi fa che davano Ziggler come altamente insoddisfatto del suo lavoro in WWE, anche se alla fine riuscì a firmare un prolungamento di contratto con la federazione di Stamford, anche grazie ad un sostanzioso aumento dell'ingaggio dell'atleta, che è stato così accontentato, anche se solo in parte.