Vader: "Non e' stata tutta colpa mia per l'orecchio strappato di Foley"

Durante la sua ultima intervista l'ex WCW Champion parla dell'incidente Foley e dello Screwjob di Montreal

by Roberto Trenta
SHARE
Vader: "Non e' stata tutta colpa mia per l'orecchio strappato di Foley"

Durante la sua ultima intervista rilasciata al GO Pro Wrestling su Yutube, l'ex Campione della WCW Big Van Vader ha rilasciato alcune interessanti dichiarazioni in merito a diversi fatti accaduti durante la sua lunga carriera, in WWF e WCW.

Parlando della sua attuale salute, ricorderete infatti la notizia della sua gravissima malattia cardiaca che potrebbe presto portarlo alla morte, Vader ha detto: "Semplicemente, credo nel fondo del mio cuore che non morirò.

Sono seduto qui e mi sento bene. Mi sveglio alle 6 del mattino, faccio un leggero allenamento e poi alle 10 sono già in aeroporto e sono qui. Mi sento bene. Veramente. Ho ricevuto la diagnosi da tre diversi dottori ed ognuno di loro mi ha chiesto se sono un alcolizzato o lo sono stato negli ultimi anni e quando hanno sentito la mia risposta, cioè che non bevo da oltre 15 anni, sono rimasti tutti sorpresi.

Inizialmente mi hanno anche detto che la mia carriera nel football e nel wrestling potessero essere la causa scatenante della malattia, ma non è la storia intera, credetemi. " Dopo aver parlato della sa malattia, Vader ha invece parlato dell'incidente accaduto a Mick Foley ed il suo orecchio nel loro match in Germania: "Ricordo benissimo quando si incastrò da solo nelle corde, ci si era letteralmente legato da solo.

Già in quel momento si era tagliato il primo pezzo di orecchio, senza che io facessi nulla. Ci ho ripensato per tutti questi anni! Tutti mi hanno sempre dato la colpa per questo negli ultimi anni. Ho rivisto alcuni spezzoni del match nelle stanze della WWE anche insieme a Mick e lui si è tagliato l'orecchio con le corde.

E' stato più avanti nel match che con le mani sono venuto a contatto con il suo orecchio ed ho finito di strapparglielo via. Una volta che me lo sono ritrovato in mano, l'ho lanciato via. Quindi è per questo che alla fine sono passato alla storia come quello 'che ha strappato l'orecchio a Foley'.

" Infine, durante l'intervista, il Campione WCW si è soffermato a parlare anche dello Screwjob di Montreal, dicendo di aver tentato di avvertire Bret Hart di quello che stava per accadere, ma quest'ultimo gli aveva detto di essere tranquillo: "Io lo avevo detto a Bret di non fidarsi, perchè stavano tramando qualcosa.

Gli avevo detto di evitare tutti i pin o le cose veloci che erano in quel match, perchè era sicuro che volevano fregarlo. 'Sicuramente l'arbitro ti conterà fino a tre', gli dissi, anche se non era programmato.

Lui però mi rispose che si fidava di Hebner e che nonostante l'astio con Shawn ci aveva parlato. Gli dissi che si sbagliava e che era un pazzo se credeva di andarsene in WCW col titolo della WWF. Non poteva pensare che un businessman come Vince lo lasciasse libero di andare via col suo titolo più importante.

Gli dissi 'Bret non sei così importante, non lo è nessuno' Vince non avrebbe mai permesso a nessuno di lasciare quel ring da campione per poi andarsene in WCW. "

SHARE