WWE Elimination Chamber 2018: le pagelle


by   |  LETTURE 1980
WWE Elimination Chamber 2018: le pagelle

Salve cari lettori di World Wrestling, anche Elimination Chamber è passato agli archivi, quindi è tempo di pagelle. Senza perdere tempo andiamo.

  • Kick-off: Karl Anderson & Luke Gallows vs Bo Dallas & Curtis Axel
Match da solito kick-off, senza infamia e senza lode.

I quattro sono nella zona dell'anonimato, i due del Club si stanno riprendendo per la loro rinnovata alleanza con Finn Bàlor e ancora il loro momento non è arrivato. Mentre gli altri due per adesso si stanno accontentando di essere gli scagnozzi di The Miz.

Voto: 6

  • Elimination Chamber femminile
Per essere la prima volta è stato un ottimo match. Le ragazze sembrano non aver avuto problemi con la struttura, anche se c’è da dire che la struttura rinnovata rispetto a quella tradizionale sta dando un po’ di vantaggi a tutti.

La Bliss con questa vittoria ha consacrato il suo ottimo lavoro, mentre le altre sono state le seconde protagoniste. Molto bello il tradimento della Banks a Bayley, anche se la notte dopo a Raw erano di nuove amiche contro Nia Jax.

Mi spiegate? Ora si sta delineando la strada del Raw Women’s Championship, vediamo come andrà, anche se tutto va in direzione di Asuka. Voto: 7

  • Cesaro e Sheamus vs Apollo e Titus O’Neil per i WWE Raw Tag Team Championship
Un match in cui tutti e quattro si sono impegnati, ma che è stato per un bel pezzo molto noioso, e sembrava per questo non finire mai.

Titus e Apollo, viste le loro poche vittorie, non erano assolutamente credibili come possibili detentori dei titoli, nonostante la WWE qualche volta anche ai meno vittoriosi dà qualche chance di luce. Ora vedremo chi saranno i nuovi sfidanti dei due europei, anche perché i due afroamericani hanno finito la loro faida, avendo perso anche a Raw.

Voto: 6

  • Asuka vs Nia Jax
Dalla stipulazione sembrava che potesse succedere di tutto, ma visto che Asuka deve rimanere imbattuta almeno fino a Wrestlemania non perderà per adesso così facilmente. È stato un bel match, con molta cura alla psicologia, perché tutte e due dovevano dominare sull’altra.

Certo non è stato Undertaker vs Shawn Michaels di Wrestlemania 25, però da come è stato raccontato è stato un incontro molto bello. Ora non resta che vedere come andrà a finire il tutto. Voto: 6

  • Matt Hardy vs Bray Wyatt
L’unica nota negativa del ppv.

Un match da show settimanale, però molto più brutto e noioso. I due sono stati danneggiati sia dalla loro poca alchimia che dal pubblico che giocava con il pallone da spiaggia e cantava Rusev Day. Molto meglio cambiare per tutti e due, e lasciare questa faida che ha fatto più piangere che emozionare, un po’ come Finn Bàlor e l’Eater of Worlds (ma sappiamo tutti poi cosa successe).

Voto: 5

  • Contratto ufficiale con Raw firmato da Ronda Rousey
È stato molto bello vedere la campionessa della UFC nel ring della compagnia di Stamford, ma è stata molto emozionata e le tremava la voce, quindi come primo impatto non è stato bello sotto questo aspetto (ma ha migliorato molto la sera dopo a Raw).

Per quello che dovevano fare, tuttavia, cioè costruire il primo match della Rousey a Wrestlemania, hanno fatto un buon lavoro. Voto: 6,5

  • 7-Men Elimination Chamber Match
Il match è stato bello, con molti momenti di pericolosità.

L’unica nota parzialmente stonata è stato il finale con la vittoria di Reigns: cioè, Braun Strowman fa fuori tutti gli altri 5 e poi si fa eliminare da Reigns. Non è molto coerente da questo punto di vista.

Il Big Dog doveva andare poi a faccia a faccia contro Lesnar, però non si è fatto una immagine abbastanza forte. Doveva essere la sua serata, e lo è stato da un certo punto di vista. Ma la vera domanda è: perché far fare tutto ciò a Strowman quando poi nel momento più importante fa flop? Speriamo che al Grandaddy of Them All lo premino per il suo grande impegno.

Voto: 7

  • PPV
Un buonissimo miglioramento rispetto ai più recenti ppv, certo non è stato spaziale ma rispetto agli altri sì. Erano tutti risultati scontati, ma quando ci avviciamo a queste date tutti lo sono.

Ora però godiamoci la Road to Wrestlemania di Raw. Per ora arrivederci, e ci rivediamo tra due settimane per i pronostici di Fastlane.