WWE Clash of Champions 2017: le pagelle


by   |  LETTURE 1055
WWE Clash of Champions 2017: le pagelle

Buonasera a tutti cari lettori, io sono il vostro Thooooony e stasera andremo ad analizzare gli avvenimenti accaduti nell'ultimo PPV esclusivo del brand blu della WWE, cominciamo immediatamente; DOLPH ZIGGLER SCONFIGGE BOBBY ROODE E BARON CORBIN CONQUISTANDO LO UNITED STATES TITLE; Buona azione movimentata come sarebbe dovuta essere, essendo ciò un triple threat match e inoltre l'opener del PPV.

Ziggler è stato inserito a caso in questo match non avendo uno slot nell'evento e si è deciso di sfruttare la sua passata animosità con il campione in carica, l'altro sfidante ed il titolo stesso, scelta che per questa ragione alla fin fine può anche starci, direi.

Ovviamente visto che si parla di Dolph, mi sento di definire questo un trattamento anche troppo di favore questo concessogli, con buona pace anche degli innumerevoli fans che chiedono a gran voce un suo push nel main event che personalmente non riesco a comprendere.

Han sentito il bisogno di cambiare l'aria un po' viziata che si era creata dopo che Corbin aveva vinto la cintura (che comunque gliel'avrei lasciata ancora per un altro po') e anzi, trovo alquanto miracoloso il fatto che si sia creato interesse due giorni dopo attorno a questa nuova storyline che vede protagonista il neo campione.

O ex? Vedremo. VOTO: 7 GLI USOS SCONFIGGONO GABLE & BENJAMIN, IL NEW DAY E RUSEV & AIDEN ENGLISH CONSERVANDO GLI SMACKDOWN TAG TEAM TITLES; Prima di questo match ancora non consideravo l'alleanza del bulgaro un tag team vero e proprio e quindi per transitività credibile per le cinture di coppia, ma diamine, questo match mi ha fatto ricredere su parecchie cose.

Non solo Rusev e English sono uno dei tag team (messi insieme per mancanza di idee e quindi ciò è una manna dal cielo per loro) più irriverenti e caratteristici della lega, ma con un po' di lavoro in più per me potranno tranquillamente essere credibili per i titoli.

D'altro canto ottima come sempre la caratterizzazione degli Usos, il New Day che grazie a Dio non sfigura o risulta troppo invadente in questo scenario, e menzione anche per l'ultimo team con un Benjamin in progressivo spolvero.

Il valore dell'incontro è parecchio grosso. Tutti e quattro i team hanno dato anima e corpo per dare un match di livello a più coppie degno di essere definito tale con un ottimo wrestling di coppia e narrazione da parte di tutti e otto gli atleti coinvolti.

VOTO: 7,5 CHARLOTTE SCONFIGGE NATALYA CONSERVANDO LO SMACKDOWN WOMEN'S TITLE; Abbiamo tutti visto dai weeklies che le due atlete sono perfettamente in grado di offrire una prestazione di gran lunga migliore di questa offerta in PPV.

E non voglio dare la colpa a loro, bensì alla stipulazione che ho trovato assolutamente inutile, anche solo per il fatto che ora Natalya è uscita dall'orbita titolata e sarebbe stato molto meglio farlo con un ultimo match di ottimo livello tra le due, quindi oltreché inutile anche fuori contesto.

Ma vi dirò, ho il sentore che oltre alla scelta creativa del lumberjack match ci fosse probabilmente anche la semplice interferenza della Riott Squad durante l'incontro causando o la squalifica, o qualcos'altro di probabilmente peggiore di quello a cui abbiamo assistito Domenica.

VOTO; 6 I BLUDGEON BROTHERS SCONFIGGONO I BREEZANGO; Squash match servito secondo il mio opinabilissimo parere ad apparare il numero di match in card, e a dare risalto ai nuovi arrivati nella divisione in PPV. SENZA VOTO. KEVIN OWENS & SAMI ZAYN SCONFIGGONO RANDY ORTON & SHINSUKE NAKAMURA CON DANIEL BRYAN E SHANE MCMAHON ARBITRI SPECIALI; Buon tag team match pure questo per carità, ma l'enorme lode va data più che altro alla storyline e all'aspetto narrativo dello stesso.

La suddetta è a lungo termine e studiata e portata avanti benissimo, anche solo per l'incertezza riguardo alla propria conclusione. Davvero non riesco a trovare qualche anfratto d'incoerenza negli avvenimenti e nelle relazioni tra i personaggi, persino dopo l'esito parecchio ambiguo di questo match.

Bryan vuole rispettare i valori filosofici originali dello show predicati persino dallo stesso Shane McMahon, il quale dimostra parecchia incoerenza ed egoismo tentando di fregare il dinamico duo canadese perché sempre impossibilitato a potersi vendicare di loro personalmente.

Visto il tremendo astio del commissioner mi sentirei di propendere più verso un probabile turn di Bryan, a meno di colpi di scena. VOTO; 7+ AJ STYLES SCONFIGGE JINDER MAHAL CONSERVANDO IL WWE TITLE; Indubbiamente uno dei migliori match disputati da Jinder Mahal dopo il suo ritorno in federazione (perché prima non mi pare di ricordarne affatto).

L'ex campione che d'altra parte riesce ad eseguire il suo compito benissimo senza incespicarsi o cadere in eventuali lacune, dopodiché indubbia la menzione d'onore per i miglioramenti fatti sul ring come si evince da questo match, combattuto e raccontato benissimo da entrambi con l'indiano seriamente determinato a riconquistare la prova inconfutabile del suo avanzamento esponenziale di livello.

AJ Styles è ed è sempre stata una garanzia sia sul ring che altrove e stavolta credo fermamente che la WWE lo farà arrivare a Wrestlemania da campione in carica contro l'ipotetico vincitore del Royal Rumble match che dovrebbe ricadere su un wrestler di Smackdown Live.

VOTO; 7+ VOTO PPV; 7. PPV che ha sofferto una costruzione alquanto imbarazzante, parte dei match annunciati sui social dalla federazione, uno stabilito sul momento e solo due incontri costruiti come si deve. Malissimo, però possiamo vederla in questo modo: vista la costruzione pessima dello show la WWE doveva imbottire tantissimo la qualità dello stesso, e direi che alla fine ci siamo riusciti.

Ora si dovrebbe già cominciare a parlare della Royal Rumble, PPV immacolato che da sempre riesce a vendere anche solo per la storica omonima stipulazione, sinceramente credo che a questo punto AJ Styles riuscirà seriamente ad arrivare al PPV con la cintura alla vita, e quindi fatto ciò sarà quasi una formalità credere che possa arrivare tale anche a Wrestlemania, no? Mi sento di far ricadere la scelta del vincitore su un wrestler comunque di Smackdown Live, e al di là di coloro che inneggiano inspiegabilmente a Ziggler, che i quattro favoriti fossero quei quattro lì su cui si sta puntando in modo più massiccio nello show, quali Shinsuke Nakamura, Bobby Roode, Baron Corbin e Kevin Owens? Non ci resta che attendere speranzosi, intento io vi ringrazio ed auguro buon proseguimento a voi tutti. Ciao!