LE PAGELLE IGNORANTI - ELIMINATION CHAMBER 2023

Ci si aspettava un Premium Live Event negativo, invece questa Elimination Chamber ci ha regalato tante momenti che ricorderemo per molto tempo.

by Gabriele Marsella
SHARE
LE PAGELLE IGNORANTI - ELIMINATION CHAMBER 2023

In tanti non erano attratti dall’Elimination Chamber di quest’anno, forse per la poca distanza dal precedente PLE Royal Rumble, forse perchè manca poco più di un mese a WrestleMania (o come la chiamo io, la GabboMania), questo non lo so. So solo che lo show ci ha regalato dei match molto interessanti e di alto livello, quindi adesso vi voglio preparati perché stiamo per intraprendere una strada lunga e tortuosa, amici di WorldWrestling.it, yeah!
Da questo PLE ci saranno delle novità: metterò cinque categorie, ovvero Miglior Wrestler della serata (il Wrestler d’oro), Peggior Wrestler (Latifi Docet), Momento della serata (Che Gabbo ho visto!) il peggior match (De Ketelaere Match) e il  miglior match della serata (Kvara Match).

Women’s Elimination Chamber Match

Cominciamo subito con un match che, a mio parere, è stato il miglior match della serata, ovvero l’Elimination Chamber femminile. Abbastanza scontato l’ingresso delle prime due, ovvero “extreme ma non troppo” Liv Morgan e la beniamina di casa Natalya. Nikki Cross che si lancia dal pod, Raquel e sempre Nikki Cross che sfondano il pod, Liv che si lancia dal pod ed esegue una sorta di powerbomb su Raquel ferma al paletto, Asuka che con il cambio di personaggio è diventato qualcosa di fantastico, con tanto di WWE Universe che cantava “Asuka is gonna kill you”, è stato tutto meraviglioso.

VOTO: “E’ stato perfetto, PERFETTO. Fino ad ogni minimo particolare”.

Bobby Lashley vs Brock Lesnar

Passiamo subito alla nota dolente della serata, ovvero questo match. Che aspetto sempre con tanto entusiasmo. Che ho sempre voglia di vedere, magari in un match quasi da MMA più che da Wrestling. Invece no. Lesnar perde per squalifica. Cosi, de botto e senza senso. Perché? Per colpa di quella brocco di Bray Wyatt che, a SmackDown, ha sfidato il vincitore di questo match per WrestleMania. Anche qui, de botto e senza senso.

VOTO: Non ho parole. Solo parolacce.

Edge & Beth Phoenix vs The Judgment Day (Finn Balor & Rhea Ripley)

Molti si aspettavano la vittoria del JD, soprattutto per elevare lo status di Rhea Ripley in vista della sfida contro Charlotte Flair ma il sottoscritto non ci è cascato. E infatti ho avuto ragione, come capita spesso. Match molto bello, molti momenti interessanti, Dominik detto “la macchietta” che cerca di aiutare Rhea e poi subisce un Suicide Dive da parte di Edge, stupendo. Perché questo deve fare Dominik, ovvero prenderle a destra e sinistra. Spero che sia finita questa faida.

VOTO: Ora basta Edge vs JD, andate avanti vi prego.

United States Championship Elimination Chamber match

Sapete perché non ho messo questo match come il migliore della serata? Per un motivo che leggerete nel finale. Perché come sempre la WWE deve fare le cose a ca..so.
Ottimo match, date il mondo a Montez Ford perché è fantastico, ha fatto delle cose assurde, si è lanciato dall’alto della gabbia, si è lanciato dal pod, agile, forte, è un fenomeno. Bellissimo il segmento di Gargano e Rollins chiusi nel pod a malmenare Theory. C’è stato un momento in cui Theory non riusciva a non prendere colpi dai suoi avversari, divertente. Peccato davvero per il botch di Bronson Reed e Damian Priest nel non spaccare il pod (con tanto di gesto dell’ombrello da parte di Reed alla richiesta di farlo di nuovo da parte del pubblico). Vogliamo parlare del tentativo di Ford nel fare la People’s Elbow di The Rock o di Theory che è riuscito a sollevare Bronson Reed? Wow.
Ora la gente si domanderà “ma è stato tutto bello, perché non l’hai messo come miglior match della serata?” Semplice, posso spiegarlo in due semplice parole: Logan Paul. E’ un pazzo furioso, è bravo sul ring, come avevo già detto alla scorsa Pagella Ignorante, però per Rollins mi aspettavo un match di una certa caratura onestamente.

VOTO: Bene ma non benissimo IL FINALE

Undisputed WWE Universal Championship Match, Roman Reigns vs Sami Zayn

Sempre Roman Reigns, meravigliosamente, incredibilmente Roman Reigns. Anche in casa dell’idolo Sami Zayn, sempre lui, Roman Reigns.
Nulla da dire, buon match, Sami Zayn tanta roba, che imita il suo avversario ma la cosa più bella è stata l’intervento di Jey Uso, che si è messo tra il suo amico Canadese e suo cugino prima che quest’ultimo gli tirasse una sediate.
Il segmento post match solo per dare il contentino a Montreal, con l’arrivo di Kevin Owens in soccorso di Zayn, mettendo poi KO Roman Reigns, non l'ho minimamente apprezzato.

VOTO: #bastaRomanReigns

Wrestler d’Oro: Montez Ford
Latifi Docet: Bronson Reed
Che Gabbo ho visto!: Hurricanrana di Gargano ai danni di Rollins dalla parte superiore del pod
De Ketelaere Match: Bobby Lashley vs Brock Lesnar
Kvara Match: Women’s Elimination Chamber Match

VOTO PLE: Alla faccia del nostro responsabile editoriale Marco Enzo Venturini che non voleva questo PLE, è stato tutto molto bello!

Detto ciò, il PLE non mi è dispiaciuto, anzi, mi ha sorpreso tantissimo, eccetto per il match di Lashley e Lesnar, unico pronostico sbagliato. Però vedete, è tornato Vince, è tornato il wrestling di alto livello.
Concludo con questa frase: l’esperienza fa tutta la differenza del mondo, e si vede. E Vince ne ha da vendere.

Ci vediamo a WrestleMania,

Bye Bye!!

Elimination Chamber
SHARE