Rusev e gli altri: atleti WWE diventati campioni nel giorno del compleanno


by   |  LETTURE 2970
Rusev e gli altri: atleti WWE diventati campioni nel giorno del compleanno

Rusev ha vinto il titolo di campione degli Stati Uniti nella puntata di SmackDown andata in onda a Natale (ma girata una settimana prima, creando qualche piccola incongruenza nel libro delle statistiche della WWE). Resta però il fatto che il bulgaro abbia vinto un titolo, o quantomeno abbia dato il via a un regno da campione, nel giorno del suo compleanno.

E nella storia della WWE il suo non è il primo caso: a riassumere gli altri ci ha pensato l'account Twitter 'WWE Stats & Info', ripescando almeno altri tre casi nella storia:


Ecco cosa successe in quelle occasioni:
  • Big Show - Unified Tag Team Champion (8 febbraio 2010):
    Il gigante della WWE nel 2010 faceva coppia con The Miz negli ShoMiz e sollevò le cinture in una puntata di Raw tenutasi a Lafayette dopo una vittoria sulla Straight Edge Society (CM Punk & Luke Gallows) e sui campioni della D-Generation X (Triple H e Shawn Michaels)
  • Paige - Divas Champion (14 agosto 2014):
    In occasione di SummerSlam l'allora appena 22enne, rampante inglesina, riuscì sul ring dello Staples Center di Los Angelese a battere AJ Lee, nel terzo capitolo di una lunga faida che nel corso di quell'anno (il primo di Paige nel main roster, dopo il folgorante esordio della puntata di Raw post WrestleMania) portò le due a strapparsi il titolo a vicenda ben cinque volte in tutto:
  • Sheamus - WWE Raw Tag Team Championship (28 gennaio 2018):
    Il The Bar aveva perso i titoli la notte di Natale 2017, cedendoli alla strana coppia formata da Seth Rollins e Jason Jordan, ma si rifece con gli interessi alla Royal Rumble dell'anno successivo (tenutasi il 28 gennaio e non il 20, giorno del compleanno di Sheamus, differentemente da quanto affermato sul tweet) con Cesaro in grado di schienare Rollins per fare il migliore regalo di compleanno possibile al suo amico e collega, mentre Jordan già era alle prese con i problemi al collo che avrebbero poi caratterizzato il suo anno e, forse, la sua carriera: