Il professional wrestling è in lutto: morta la leggendaria Joyce Grable

Purtroppo dobbiamo salutare un'altra grande leggenda in questo 2023 che non ha risparmiato nessuno

by Rachele Gagliardi
SHARE
Il professional wrestling è in lutto: morta la leggendaria Joyce Grable
© The owner/Fair Use

Betty Wade Murphy, conosciuta nel mondo del professional wrestling come Joyce Grable, è morta il 29 settembre. A confermarlo è stata la sua famiglia dopo aver comunicato qualche giorno fa che purtroppo era stata ricoverata in un ospizio.

Come ci ricorda anche Fightful sulle sue pagine: “Dopo il suo debutto nel 1971, Grable ebbe una carriera leggendaria nel mondo del wrestling. Ha lottato per la NWA, WWWF, Stampede Wrestling, World Wrestling Council, e la AWA. È stata sei volte NWA Women’s World Tag Team Champion; ha tenuto i titoli tre volte ciascuno con Vicki Williams e Wendi Richter.

Grable tenne anche l'NWA Texas Women’s Championship e l'NWA United States Women’s Championship. Durante il suo periodo di lottato per la WWWF, Grable lottò contro The Fabulous Moolah. Si ritirò nel 1991. Grable è stato inserita nella Professional Wrestling Hall of Fame nel 2013 e nella NWA Hall of Fame nel 2012. Ha rivelato che le era stata diagnosticata la leucemia nel 2013, ed è stata onorata con il Cauliflower Alley Club’s Courage Award nel 2022.”

Il suo racconto personale su Moolah

Come sappiamo, Fabulous Moolah è stata accusata dalle sue ex trainees e lottatrici di averle sfruttare per favori s*ssuali nel corso degli anni, facendo loro da pappona, arrivando anche a drogarle per darle in pasto agli uomini, ma Joyce ha negato dalla sua parte esperienze simili con la wrestler, difendendo quasi Moolah dopo tutto quello che è stato detto:

"Beh, no, non ho mai avuto quell’esperienza e le persone che sono state menzionate sono tutte morte, quindi non potrebbero più parlarne. Forse la famiglia, o semplicemente inventare, ma per quanto mi riguarda, non mi ha mai mandato da nessuno, e ehi, avevo un bel corpo, allora. Avevo i capelli biondi lunghi e belli. Moolah era 110% contro qualsiasi tipo di farmaci. Se avesse scoperto che fumavi marijuana, ti avrebbe fatto fuori; ti avrebbe detto 'Non puoi farlo’."

SHARE