The Godfather operato ai fianchi: ecco come sta l’Hall of Famer



by   |  LETTURE 835

The Godfather operato ai fianchi: ecco come sta l’Hall of Famer

Charles Wright, conosciuto meglio come The Godfather  o anche Papa Shango, si è operato ai fianchi annunciandolo sui social, dicendo che l’operazione si è svolta lunedì 19 dicembre e che sta benissimo, postando anche una foto sul lettino d’ospedale tutto sorridente nonostante sia ancora attaccato alle flebo e a vari cavi per monitorare la situazione.

Mentre non si conoscono le tempistiche per il suo recupero, la leggenda ha appunto dichiarato di stare bene aggiungendo scherzosamente che la morfina non è niente male come droga, non perdendo il suo spirito.

Siamo felicissimi di sapere che tutto è andato per il meglio e ovviamente tutti noi di World Wrestling ci uniamo ai fans dell’Hall of Famer per augurargli una pronta guarigione.

Il rapporto con Hulk Hogan 

Intervenuto nel podcast ‘Midnight Hustle’, la leggenda della WWE The Godfather ha ricordato la sua esperienza lavorativa con Hulk Hogan, The Ultimate Warrior e Sid Justice nel lontano 1992. Senza entrare nei dettagli, Wright ha lasciato intendere di non aver mai trattato Hogan come un amico: "Stavo attraversando un brutto periodo a causa del divorzio da mia moglie, quindi è possibile che non fossi lucido al 100% mentre lavoravo. Hogan, Warrior e Sid non hanno significato nulla per me.

Non mi è mai importato nulla di Hulk Hogan, non era un mio amico. Non lo è nemmeno oggi, devo essere sincero. Non è il bravo ragazzo che la WWE ha cercato di dipingere nel corso degli anni.”

Hogan sconfisse Sid Justice per squalifica nel main event di WrestleMania 8 nel 1992. “Non c’erano molti personaggi heel credibili in quel periodo. Ecco perché sono stato gettato in mezzo ai cani. Tuttavia, è così che funzionano gli affari. Io stesso sono un uomo d’affari. Vi posso rivelare che sono intervenuto in ritardo perché il responsabile della WWE non mi aveva avvertito di correre sul ring al momento giusto”.