Kevin Nash è sorpreso: "Non so come quel tag team non sia ancora nella Hall of Fame"



by   |  LETTURE 1362

Kevin Nash è sorpreso: "Non so come quel tag team non sia ancora nella Hall of Fame"

Fino a qualche mese fa, il record come regno di campioni di coppia più lungo della storia della WWE era detenuto dal New Day, trio composto da Kofi Kingston, Big E e Xavier Woods, i quali avevano detenuto in uno dei loro regni, le cinture per ben 478 giorni consecutivi.

Adesso, tale record viene detenuto ovviamente dagli Usos, i quali sono campioni di Smackdown da oltre un anno e detengono anche i titoli di Monday Night Raw da mesi. Prima di loro, però, a fare la storia della federazione per quanto riguarda i tag team, ci avevano pensato anni fa i Demolition, i quali si erano così già espressi in merito alla rottura del loro record titolato in WWE,con il New Day, solo nel 2016:

"Beh prima o poi doveva essere battuto il nostro record, in fin dei conti (i record ndr.) sono nati per quello no? Sono veramente contento per loro: sono giovani, capaci e divertenti.

Siamo felici per loro, abbiamo sentito che sono ragazzi capaci, gli auguriamo tutto il meglio per la loro carriera. Proprio l'altro giorno stavamo vedendo un film sul record di Babe Ruth battuto da Roger Maris nell'home-run"

Kevin Nash e l'incredulità sui Demolition fuori dalla Hall of Fame

Nonostante il loro vecchio record titolato e nonostante la fama di essere stati uno dei tag team più formidabili della storia della WWF/E, i due (in un frangente anche tre) dei Demolition non sono mai entrati nella Hall of Fame della compagnia dei McMahon, con Kevin Nash che ha così commentato la cosa nella sua ultima intervista, rilasciata ai microfoni di Kliq This:

"Loro erano veramente tutto.

Anche un ragazzo tipo Barry Darsow, un vero cuore d'oro di persona. Ti avrebbe catturato con un solo battito di ciglia. Voglio dire, come fanno i Demolition a non essere ancora nella Hall of Fame?" In più, in merito al cambiamento da WWF a WWE, Nash ha voluto invece affermare:

"Una volta che levarono la F dal nome, passando da WWF a WWE, e tutto quello che è successo dopo, amico, si vedeva proprio che stavano diventando una corporazione.

Hanno cominciato sin da subito a lavorare per andare incontro al pubblico. Stavano cercando da subito di diventare fruibili a tutti"