Scandalo “Plane Ride From Hell: Ric Flair rompe il silenzio



by   |  LETTURE 940

Scandalo “Plane Ride From Hell: Ric Flair rompe il silenzio

A seguito di questo viaggio in aereo diventato famoso per le ragioni più sbagliate di questo mondo, si sono tutti sfogati raccontando quanto accaduto e di recente la cosa è stata anche affrontata nella serie di documentari “Dark Side Of the Ring”, dove alcuni dei protagonisti hanno voluto raccontare il proprio punto di vista sulla faccenda.

Una di queste persone è un’hostess che durante quel volo sarebbe stata molestata s*essualmente da Ric Flair più volte. Dopo queste accuse, il Nature Boy ovviamente si è difeso proclamando la sua innocenza, ma è comunque rimasto in un periodo di stallo quando alcune partnership si sono allontanate da lui e la WWE ha tolto il suo ‘wooooo’ dalla sigla iniziale degli show, rimettendolo poi tempo dopo.

Ric Flair si sfoga, ma ci lascia ancora in bilico

Parlando sul suo podcast To Be The Man, Flair ha affrontato la situazione, dicendo che tutte le cose che sono state dette su di lui in quel documentario sono “str*nzate” e che nel prossimo documentario che uscirà per la WWE, spiegherà tutto quanto chiarendo la situazione.

"Non ho idea [del perché sono stato tagliato dalla sigla]. […] Una delle cose più difficili che abbia mai passato nella mia vita personalmente, a parte i problemi di salute, è avere 85.000 persone che mi dicono in due minuti che non ero nell’apertura di Raw o SmackDown, che è quando le str*nzate sul Plane Ride From Hell sono venute fuori, il che è tutta una str*nzata. La cosa viene spiegata a fondo nel mio nuovo documentario, voglio dire, a fondo. 

Quindi, per rispondere alla tua domanda. Se mi avessero lasciato fuori [dall’intro], non mi dispiacerebbe. Perché ho avuto il mio tempo. Non è più il mio tempo. Ma è qualcosa che significa molto per me personalmente, esattamente come significa tanto per il resto delle persone che ci sono. Basta chiederglielo perché vi direbbero esattamente così se fossero onesti con voi."