Eric Bischoff: "Shawn Michaels mancò di rispetto ad Hulk Hogan"



by   |  LETTURE 2336

Eric Bischoff: "Shawn Michaels mancò di rispetto ad Hulk Hogan"

Shawn Michaels è considerato uno dei migliori wrestler di tutti i tempi, anche se è finito al centro di parecchie controversie durante la sua carriera. Oltre ad essere un quattro volte campione del mondo, è stato il primo performer in assoluto a completare il Grand Slam.

HBK si è ritirato definitivamente nel 2010, a WrestleMania 26, dopo aver disputato un match semplicemente epico contro The Undertaker. Nel 2011, è stato inserito con pieno merito nella WWE Hall of Fame. Dopo aver appeso gli stivali al chiodo, Shawn ha dimostrato di saperci fare anche dietro le quinte.

Michaels ha infatti aiutato il suo amico Triple H nel backstage di NXT, fornendo preziosi consigli ai giovani talenti e aiutandoli a migliorare i loro personaggi. Nell’ultima edizione del podcast ’83 Weeks’, Eric Bischoff ha ricordato il celebre match fra HBK e Hulk Hogan andato in scena a SummerSlam 2005.

All’età di 52 anni, Hogan sconfisse Michaels al termine di un incontro durato 21 minuti. La contesa viene ricordata soprattutto per via dell'atteggiamento di Shawn, che fece di tutto per mettere in ridicolo il suo avversario.

Eric Bischoff critica HBK

“Ho perso tutto il rispetto per Shawn Michaels quella sera” – ha rivelato Bischoff, che era l’allora general manager di Raw. “Era abbastanza chiaro ciò che stava facendo.

Mancò palesemente di rispetto ad Hulk, forse perché era geloso del suo successo. Shawn rese deliberatamente comico il match perché voleva mettere Hogan in imbarazzo. Hulk sapeva esattamente quello che stava succedendo.

Era consapevole di aver fatto una brutta figura ed era molto arrabbiato al termine del match. Sono andato da lui e si vedeva che era deluso per come erano andate le cose” – ha aggiunto Eric. Quest’ultimo ha parlato anche di CM Punk: “Il suo rapporto con la All Elite Wrestling si è ormai deteriorato.

Ha letteralmente umiliato Tony Khan dopo All Out, il che è imperdonabile. Riceve milioni di dollari dallo stesso Tony e poi distrugge la sua azienda facendolo sembrare uno stupido. Non avevo mai visto una cosa del genere”.