Eric Bischoff: "Scott Hall era una bomba ad orologeria"



by   |  LETTURE 999

Eric Bischoff: "Scott Hall era una bomba ad orologeria"

Scott Hall viene ricordato soprattutto per i suoi trascorsi nella World Wrestling Federation e nella World Championship Wrestling. Durante la sua gloriosa carriera, si è aggiudicato quattro volte il WWF Intercontinental Championship, due volte il WCW United States Championship, una volta il WCW World Television Championship e nove titoli di coppia.

È stato anche un membro della ‘Kliq’, un gruppo che includeva leggende del calibro di Shawn Michaels, Triple H, Kevin Nash e X-Pac. Nel 2014, è stato inserito nella WWE Hall of Fame come ‘Razor Ramon’ e nel 2020 come membro del New World Order.

Nell’ultima edizione del podcast ’83 Weeks’, Eric Bischoff ha parlato a lungo del compianto Scott Hall.

Eric Bischoff ricorda Scott Hall

“Scott Hall era impeccabile sul ring, mentre nel backstage era una bomba ad orologeria” – ha raccontato Bischoff.

“Nessuno sapeva con certezza cosa avrebbe fatto, era imprevedibile. Non avevamo idea di quando sarebbe apparso e il suo approccio ha fatto sorgere più di qualche problema dietro le quinte” – ha aggiunto.

Eric ha commentato anche l’ennesimo ritorno di Brock Lesnar in WWE: “So che Brock Lesnar e Roman Reigns si sono già affrontati una miriade di volte e che l’ennesimo capitolo della loro rivalità non fa impazzire la gente.

Non importa. Se fosse tornato in WWE lo stesso Brock che avevamo ammirato per anni e anni, vi avrei dato ragione. Avevamo già visto tutto di lui: spietato, monodimensionale, niente promo e così via. Questo è un personaggio completamente diverso.

Si diverte quando sale sul ring e non è più ancorato a Paul Heyman. Sta registrando diversi promo e riesce a far emozionare il pubblico. Questo aspetto da cowboy gli si addice molto e si è creata un’atmosfera differente intorno a lui.

Abbiamo già visto tante volte Reigns vs. Lesnar, ma sono convinto che stavolta sarà un match diverso”. Non poteva mancare un giudizio sul caso McMahon: “Indipendentemente da come finirà questa vicenda, ci saranno delle ripercussioni negative sull’azienda. Non avrei mai pensato ad un addio di Vince, anche se temporaneo”.