Jim Ross: "Ecco perché Steve Austin non ha mai combattuto con Hulk Hogan"



by   |  LETTURE 5600

Jim Ross: "Ecco perché Steve Austin non ha mai combattuto con Hulk Hogan"

Due dei mostri sacri del mondo del pro-wrestling americano più grandi dell'intera storia della disciplina, rispondono indubbiamente ai nomi di Hulk Hogan e "Stone Cold" Steve Austin, due delle leggende più grandi degli ultimi 30 anni di WWF/E della famiglia McMahon.

Nel corso delle rispettive carriere, i due hanno avuto i match più grandiosi ed impensabili della storia della disciplina, con Hogan che ha avuto faide importantissime che hanno cambiato il volto del pro-wrestling, come il match di Wrestlemania 3 contro André the Giant, che entrò sin da subito nella storia con la sua Body Slam al gigante o la lunga faida vista nell'Attitude Era di Steve Austin contro il Chairman in persona, Vince McMahon.
Purtroppo per i fan, però, non c'è mai stato un match uno contro uno tra i due atleti, con Steve Austin che fa parte di una generazione differente rispetto ad Hogan, più grande di età di oltre 10 anni, con il texano che non avrebbe mai accettato di avere una contesa contro Hogan, prettamente per una questione medico-fisica, che per storyline o chissà che altro.

Jim Ross rivela il vero motivo del no di Steve Austin ad un match contro Hogan

Nell'ultima puntata del suo Grilling JR, podcast personale del WWE Hall of Famer Jim Ross, attuale capo del team di commento della All Elite Wrestling, ha voluto rivelare per quale motivo Steve Austin abbia sempre rifiutato con un secco no, ad un match contro l'Immortale della WWE, con JR che ha infatti affermato:

"Austin non ha mai avuto il match contro Hogan perché non voleva avere il match che ebbe The Undertaker con lui.

Hogan era malconcio, distrutto, dopo aver avuto diverse operazioni alla schiena. E' divertente come le persone dicano 'Qual è la cosa più importante da imparare quando ci si allena per fare pro wrestling?' Bene, dovete imparare prima di tutto come si attutiscono i colpi alla schiena, perché il 98% delle cose che si fanno sul ring, richiedono un bump alla schiena e quindi si finisce per vedere una cosa del genere"

La schiena malandata dell'Immortale della WWE, avrebbe quindi fatto sì che Steve Austin non accettasse mai quel match che in molti gli chiedevano da anni, tra la dirigenza della WWE ed i fan del WWE Universe, con il Rattlesnake che è tornato quest'anno a combattere sui ring WWE dopo quasi un ventennio di stop e che non ha sfigurato per niente davanti al suo pubblico texano.